martedì, Dicembre 6, 2022
HomeAttualitàIstruzionePREMIARE LA LEGALITA’

PREMIARE LA LEGALITA’

 Alle Officine Cantelmo, si è svolta la premiazione del concorso “La bellezza della legalità” al quale hanno partecipato anche i ragazzi segnalati e coinvolti nei percorsi di rieducazione di recupero civile e penale della provincia di Lecce.

12124415img4381.jpg

Nella mattinata di ieri, alle Officine Cantelmo, si è svolta  la premiazione del Concorso “La bellezza della legalità” e la consegna degli attestati di partecipazione. Il progetto fa parte dei percorsi di educazione alla cittadinanza attiva e alla legalità avviati nell’anno scolastico 2014-2015 dall’Assessorato alla Pubblica Istruzione del Comune di Lecce che ha proposto un concorso  sul tema della legalità alle Scuole Secondarie di primo grado e ai ragazzi segnalati e coinvolti nei percorsi di rieducazione di recupero civile e penale della provincia di Lecce.

L’iniziativa è stata ideata e progettata insieme ad alcuni Enti ed Associazioni del territorio: l’Assessorato alla Pubblica Istruzione, Il Centro Studi Culturale Parlamento per la Legalità e l’Associazione Lions Host Club di Lecce – Distretto 108/AB  – che sono partner del progetto – e con la collaborazione dell’ Usmm (Ufficio di Servizio Sociale per i Minorenni), Dipartimento per la Giustizia Minorile e Cepsia  (Centro di Psichiatria e Psicoterapia per l’infanzia e l’Adolescenza della Asl di Lecce).  Al concorso hanno partecipato i ragazzi di età compresa tra i 12 e 18 anni ospiti delle strutture residenziali e semiresidenziali per minori della Provincia di Lecce e agli studenti delle scuole secondarie di primo grado di Lecce.

Ogni istituto partecipante ha aderito con un massimo di cinque lavori realizzati sotto forma di  fotografie e video.  La commissione  giudicatrice – composta da Carmen Tessitore, Cristiano Vignola, Antonella Giurgola, Marina Lilla e Beatrice Vergallo – ha esaminato i lavori, decretato i vincitori ed ha assegnato una menzione speciale. Alla cerimonia di premiazione era presente anche il professor Nicolò Mannino, presidente del Parlamento della Legalità. A consegnare i premi è stato l’avvocato Antonio Lisi, presidente del Lions Host Club di Lecce – Distretto 108/AB. “Le mie congratulazioni vanno all’assessore Tessitore che ha gestito questa iniziativa in maniera splendida e al professor Mannino, eccellente oratore che ha chiuso in maniera impeccabile questa giornata. Questa manifestazione rientra nello spirito della nostra mission: il nostro motto è ‘Noi serviamo’ perché facciamo il necessario per aiutare la comunità. Siamo felici, dunque, di aver dato il nostro apporto concreto a questo concorso che ha coinvolto ed entusiasmato tanti ragazzi”. 

Il primo premio del concorso è andato, in ex aequo, per la fotografia dal titolo “L’Albero della Legalità”, a Maxim Giuseppe Petruzzi della Comunità Alloggio Isotta, e per i video (dal titolo “I miei cento passi”), a Teodoro Vitale del Cento Ambarabà. I due si sono aggiudicati un ipad e un libro.

Il secondo classificato, Christian Pignatale della Comunità Alloggio “Il Mago di Oz” (Cooperativa Libellula), si è aggiudicato un iphone e un libro con una foto dal titolo “Rock Legality”.

Il terzo premio è andato a Francesco Falconieri,  dell’Istituto Cuore Immacolato di Maria, con una foto dal titolo: “Legalità, io ci sto e voi?”.

Infine, una menzione speciale per il video “La Legalità una cura di bellezza per il mondo”, realizzato da Giulia Trovato, dell’Istituto Comprensivo Dante Alighieri-Diaz. Il progetto fa parte dei percorsi di educazione alla cittadinanza attiva e alla legalità avviati nell’anno scolastico 2014-2015 dall’Assessorato alla Pubblica Istruzione del Comune di Lecce che ha proposto un concorso  sul tema della legalità alle Scuole Secondarie di primo grado e ai ragazzi segnalati e coinvolti nei percorsi di rieducazione di recupero civile e penale della provincia di Lecce.

“L’obiettivo dell’iniziativa – ha spiegato il vicesindaco e assessore ai Servizi Sociali del Comune di Lecce, Carmen Tessitore –  è quello di contribuire alla formazione civica dei ragazzi sul tema della legalità attraverso l’osservazione della realtà che li circonda, risvegliando in loro una coscienza critica capace di far riconoscere la positività dei valori della convivenza civile pacifica e democratica. La competizione, dedicata alla creatività di pensiero dei giovani  ha permesso di  scoprire come  i ragazzi percepiscono il senso vero della legalità nella loro vita quotidiana e nel proprio contesto personale e come sono attratti dal fascino del rispetto delle regole nelle relazioni sociali ed interpersonali”.

 

 

 

RELATED ARTICLES

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome qui

Most Popular

Recent Comments

Alba Contino on La poesia di Alba Contino