Le Notti del Mito

0
690

Un viaggio nel tempo…alle origini del Salento:

Tutto è pronto ormai per dare il via alle III° Edizione dello spettacolare evento che animerà Kalòs,l’Archeodromo del Salento.

Sotto il cielo stellato della Serra di Galugnano, a Caprarica di Lecce, l’11, il 12 ed il 13 agosto saranno tre notti all’insegna di tradizioni e sapori, musica ed emozioni, spettacoli e meraviglia. E’ l’atteso ed originale evento “Le notti del Mito. Un viaggio nel tempo… alle origini del Salento”, giunto, dopo il grande successo degli scorsi anni, alla III° edizione.

Dea Thana

cascata

Casa della tessitrice

Simposio

Kalòs apre infatti i battenti nelle serate di lunedì 11, martedì 12 e mercoledì 13 agosto, a partire dalle ore 20:30, per un’iniziativa unica: nella location spettacolare del più grande museo a cielo aperto d’Italia si andrà alla scoperta delle feste, dei culti, della vita quotidiana e della gastronomia degli antenati, per conoscere le radici e l’identità storica del Salento.

Forte del grande successo delle precedenti edizioni, l’evento “Le notti del Mito”, ideato e promosso dall’archeologo Alessandro Quarta, quest’anno sarà ancora più ricco e suggestivo.

Kalòs si vestirà a festa con luci suggestive, musica, danza, colori, fuochi: sarà la festa dei Messapi, popolo di 2600 anni fa, che ha dato forma e sostanza alla terra salentina. “Le notti del Mito” condurranno i visitatori nel cuore di questo popolo velato di mistero e magia, con l’aiuto di attori, musiche e danze, in un binomio storia-spettacolo che vedrà avvicendarsi scene di vita quotidiana, danze ancestrali e rituali.

Un percorso, studiato per questo luogo che pare sospeso nel tempo, guiderà i turisti in un’atmosfera unica, in cui saranno coinvolti non solo gli occhi, ma tutti i sensi. Molti i rituali riproposti tra le scene di quotidianità messapica: danze ancestrali che guidano mani che lasciano un segno della propria presenza, assistendo così alla realizzazione di una pittura parietale; la nascita del Sole rievocata dallo sciamano che, sulla specchia megalitica, danzando freneticamente intorno al fuoco, otterrà gli auspici del Dio Sole. Non passeranno inosservati la festa e i rituali religiosi presso il Santuario di Demetra, dove rivivranno il culto dell’acqua e la Megalartia, antica festa del grano. Ed ancora: scene di simposio, di soldati valorosi che si allenano, di sacrifici agli Dei e di mani che creano, dipingono, tessono, scolpiscono, intagliano.

L’evento intende veicolare e diffondere, attraverso attori, guide, danzatori e musicisti, la cultura della nostra terra, non solo ai turisti ma agli stessi salentini.

Tanta storia e spettacolo ma non solo. Largo spazio alla gastronomia tipica, ai buoni sapori di una volta: nell’area concerti, ad ingresso libero, stand gastronomici e grandi esibizioni live di gruppi musicali che infiammeranno ancor più l’atmosfera.: L’11 agosto in programma i Talaretti e, a seguire, i Scianari; il 12 agosto si esibirà lo storico Gruppo Folk 2000 ed i fantastici 88MAX , che guidati dal vocalist Giampaolo Notaro faranno ballare tutti, dai piccini ai più grandi; il 13 agosto si chiude alla grande con i giovani ma talentuosi Terramara ed i sensazionali Alla Bua.

Speedy Shop Roma

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here