Marti su università islamica

0
461
MARTI: ” IL SALENTO HA GIÀ UN ATENEO PER TUTTI GLI STUDENTI DEL MONDO, MA SARÀ LA CITTÀ A DECIDERE SULL’UNIVERSITÀ ISLAMICA”
Proponendo a mezzo stampa un’istruttoria pubblica sull’ipotesi voluta da Confime di un’ Università Islamica a Lecce, si commettono almeno tre errori:
1) Si insinua  l’idea che il Comune di Lecce non stia procedendo correttamente, ed è un errore/vizio della vecchia politica. Non c’è bisogno che l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Perrone venga sollecitata all’utilizzo di strumenti di partecipazione, essendo già avvezza a queste buone prassi.
2) Si commette un errore tecnico/amministrativo imbarazzante, perché il consiglio comunale di Lecce ha già espresso un indirizzo per la destinazione dell’ex Manifattura Tabacchi di via Birago, per modificare il quale sarebbe necessario un nuovo atto del Consiglio Comunale; ergo la commissione Urbanistica ha solo esaminato la questione e non ha deciso le sorti di questa vicenda;
3) Si inietta nel dibattito il veleno della ghettizzazione culturale; e questo è l’errore più grave. Spero sia solo colpa della frenesia di chi deve criticare per esistere.

Il Salento ha già un suo Ateneo, che accoglie tutti gli studenti, di qualsiasi  provenienza o credo.

Come Forza Italia, da subito e compattamente, abbiamo espresso la necessità di interpellare la cittadinanza su una iniziativa imprenditoriale  che riteniamo “discutibile”, sia sotto un profilo ideologico che logistico.

Si è voluto sollevare un polverone su una questione impalpabile almeno quanto lo sono i presunti finanziatori di questo progetto.

Ai residenti di San Pio garantiamo che nessuna decisione sarà presa sulle loro teste.

On. Roberto Marti

Parlamentare Forza Italia

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here