Malamovida, stupefacenti e violenze in famiglia: carabinieri in azione su tutta la Provincia

0
119

Un servizio a largo raggio su tutto il territorio provinciale denominato “Ride in the night” è stato messo in atto dai carabinieri su indicazione del comandante Paolo Dembech. In totale arrestate 5 persone, altre 16 sono state denunciate

A Gallipoli.

Denunciati in stato libertà l. N., nato a bari, 61enne e F. D., nato a Casarano, 37enne, incensurato. Aveva addosso, 23 grammi di marijuana mentre nel terreno della loro abitazione c’erano 10 piante in ottimo stato di vegetazione alte 110 cm circa.

Segnalati alla prefettura per uso non terapeutico sostanze stupefacenti:

Un 31enne, incensurato trovato in possesso di 13 grammi di marijuana;  33enne,originario della Costa d’avorio, trovato in possesso 2 grammi di marijuana. Un 40enne, fermato alla guida della propria autovettura, scoperto a fumarsi uno spinello, confezionato con marijuana, si è rifiutato di sottoporsi ad esame tossicologico. All’interno dell’abitacolo c’era una mazza in metallo della lunghezza di 63 cm.

Denunciato per guida stato di ebbrezza alcolica R. A., 23enne, incensurato: mentre era alla guida sul Galileo Galilei, sottoposto a controllo con etilometro da militari è risultato positivo con tasso alcolemico di 1,18 g/l. Patente di guida ritirata, autovettura affidata al trasgressore.

L’aliquota radiomobile, a conclusione dell’attività investigativa originata da un furto in spiaggia avvenuto a Lido pizzo, ai danni di un ragazzo di Lizzanello, hanno denunciato per ricettazione: G. K., 48enne, residente a Ispica in provincia di Rugusa. Fermato a Sant’Isidoro dai carabinieri, era stato trovato in possesso di 5 smartphone tra cui quello di proprietà del ragazzo di Lizzanello.

Nel corso del servizio, dopo alcuni mirati controlli a Rivabella e a Lido Conchiglie nelle aree prossime alle attività di camping sono state controllate 245 persone e 87 mezzi, elevate tre sanzioni amministrative per 200 euro ciascuna in quanto trovati 3 camper su area demaniale.

Elevate 45 contravvenzioni per violazioni al codice della strada per guida senza patente, il mancato uso delle cinture di sicurezza, l’utilizzo del cellulare durante la guida, le mancate coperture assicurative di veicoli: sequestrate 5 patenti e 2 autoveicoli.

A Copertino.

Denunciato in stato di libertà M. L., 26enne. Presso la sua abitazione c’erano 4 piante di marijuana alte circa 30 cm; 10 grammi di marijuana; 2 serre idonee alla coltivazione; materiale per il confezionamento;

A Galatina.

Denunciato: S. A., 52enne, nato a Catania perché aveva ricevuto 241,50 euro sulla sua carta di credito per la

A Porto Cesareo.

Denunciate tre persone: M. G. 39enne di Nardò il quale era in possesso di un coltello a serramanico di genere proibito (lama 6 cm), sequestrato; M. M. 29enne, nata in Senegal impegnata a vendere 75 borse e borselli da donna con marchi contraffatti occupando l’area demaniale senza autorizzazione. D. N., 23enne, nato in Senegal perché tentava di vendere 72 paia di scarpe con marchi contraffatti, occupando l’area demaniale senza autorizzazione. A specifica richiesta dei militari non ha esibito alcun permesso di soggiorno.

Sequestrate sette bancarelle mobili allestite per la vendita senza autorizzazione di gonfiabili e giochi da mare e per bambini, per un totale di circa duemila oggetti.

Inoltre per guida sotto l’influenza di sostanze stupefacenti, in evidente stato alterazione psicofisica denunciati P. S. 43enne, nato a Veglie denunciato anche per guida in stato di ebrezza, F. M. M., 24enne, nato a Napoli cl. 1997, residente a San Giorgio del Sannio. I due veicoli sono stati sottoposti a sequestro

Segnalato per uso non terapeutico sostanze stupefacenti, un 26enne di Paternò

Nel corso del servizio: controllate 205 persone e 82 mezzi; elevate 37 contravvenzioni per violazioni al codice della strada per guida senza patente, mancato uso delle cinture di sicurezza; utilizzo del cellulare durante la guida; mancate coperture assicurative di veicoli. Sequestrate 5 patenti e 2 autoveicoli. Sottratti 75 punti totali. Un motociclo sequestrato perché’ senza assicurazione

A Presicce – Acquarica.

I carabinieri hanno arrestato Nicola Luna, 31enne. trovato all’esterno della propria abitazione violando le prescrizioni imposte dalla detenzione domiciliare. L’arrestato dovrà espiare in carcere una pena residua di 2 anni e 11 mesi di reclusione. Luna, dopo formalità di rito, è stato associato presso la casa circondariale di Lecce.

Ad Alessano.

I carabinieri hanno arrestato nella flagranza dei reati di maltrattamenti in famiglia, violenza e minaccia a pubblico ufficiale e resistenza a pubblico ufficiale, un 46enne. Intervenuti in seguito alla richiesta di intervento per una lite in famiglia, i militari avevano trovato l’uomo armato di un coltello da cucina, con un atteggiamento minaccioso nei confronti della madre pensionata, e del fratello. I carabinieri, a loro volta minacciati, riuscivano a bloccarlo e disarmarlo.

A Lecce.

I carabinieri della sezione radiomobile hanno arrestato Antonio Russo, 39enne ritenuto responsabile del reato di detenzione illegale di materiale esplodente. Dalla perquisizione dell’abitazione sono emersi due petardi da 50 grammi appartenenti alla quarta categoria e 2,5 grammi di hashish.

Denunciato A. D. ritenuto responsabile del reato di evasione dalla comunità presso la quale era agli arresti domiciliari.

La sezione radiomobile ha arrestato Marco Ciccardi, 45enne ritenuto responsabile del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Dalle perquisizioni, è emerso che il 45enne era in possesso di 13,60 grammi di hashish suddivisa in varie dosi, somma contante di 30 euro, un bilancino di precisione, vario materiale per il confezionamento dello stupefacente e un telefono cellulare. L’uomo è stato posto ai domiciliari

A Giorgilorio.

Denunciata P. V., 32enne, nata a Cerignola per spaccio e furto aggravato di energia elettrica.

La donna aveva un involucro contenente cocaina per un peso complessivo di 0,58 grammi, materiale per il confezionamento e somma contante di 570 euro. Durante il controllo, i carabinieri si sono accorti che l’abitazione della donna era alimentata tramite un cavo elettrico allacciato abusivamente al contatore del vano scala del palazzo.

A Otranto.

Denunciato un 34enne per il reato di lesioni personali aggravate. Alle 3 di notte, i carabinieri, alle 3 di notte erano intervenuti presso un villaggio turistico perché il 34enne, per futili motivi, durante una lite, aveva aggredito la propria compagna, colpendola violentemente al volto, causandole varie ecchimosi ed il distacco di un dente. La malcapitata a causa delle gravi lesioni patite, era stata trasportata presso il pronto soccorso dell’ospedale civile di Scorrano, era stata dimessa con 40 giorni di prognosi.

A Supersano.

I carabinieri hanno arrestato Aldo Marra, 63enne a causa della sospensione della misura della detenzione domiciliare cui era stato sottoposto, avendo violato più volte le prescrizioni imposte, così come accertato da carabinieri stazione di Ruffano. L’uomo è stato portato nella casa circondariale Borgo San Nicola di Lecce.

Speedy Shop Roma

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here