LOCOMOTIVE JAZZ FESTIVAL 2021

0
1200

Alessandro Quarta plays Astor Piazzolla

giovedì 29 luglio, ore 22.30, Sogliano Cavour

Giovedì 29 luglio inizia la sedicesima edizione del Locomotive Jazz Festival che quest’anno, con il tema “Archeologie”, svolge uno sguardo al passato per riscoprire il futuro, ripartendo da Sogliano Cavour (Le), il paese dove tutto è cominciato 16 anni fa e che ospita la prima parte del Festival, dal 29 al 31 luglio, mentre l’Area Archeologica di Roca e Grotta della Poesia ospita la parte finale dal 1 al 5 agosto, aspettando il concerto finale all’alba sul mare.

Appuntamento, quindi, giovedì 29 luglio alle 22.30 in Piazza Armando Diaz a Sogliano con il concerto in quintetto del violinista, polistrumentista e compositore Alessandro Quarta che presenta al pubblico un omaggio al grande riformatore del tango argentino Astor Piazzolla, in occasione del centenario della sua nascita, con una rivisitazione dei suoi brani più celebri.

In questa prima serata le composizioni di Piazzolla rivivono tramite un progetto in cui l’artista salentino rivisita e arrangia alcuni suoi brani che ritroviamo nel suo album di recente uscita, “Alessandro Quarta plays Astor Piazzolla”. Cento anni fa nasceva uno dei musicisti ritenuti tra i migliori virtuosi di bandoneón e in prima fila tra i riformatori della cifra stilistica e musicale del tango, genere musicale intriso di sentimenti contrastanti e composto da un turbinio di stati emotivi che il violino di Quarta, sul palco insieme al pianoforte di Giuseppe Magagnino, alla batteria di Cristian Martina, al contrabbasso di Michele Colaci e alla chitarra di Franco Chirivì, trasforma in suono allo scopo di far rivivere, per la prima serata, l’anima del musicista argentino.

 Me tutte le sette giornate del Festival partono già dalla mattina con in programma diversi laboratori e presentazioni, e continuano la sera con la sezione “Locomotive Giovani” che precede i concerti degli ospiti principali. Prima del concerto di Quarta, alle 21 suona la formazione leccese “Musica Plastica”, mentre la mattina alle 10.00, al Parco della Poesia, è in programma il primo appuntamento con il laboratorio “Sounds Good” in collaborazione con il progetto Cime di Rapa e il Locomotive Kids “La musica riciclata” a cura di Hakuna Matata Clow, che si ripeteranno anche nei due giorni successivi.

 Il Locomotive Jazz Festival 2021 continua con altri ospiti importanti. A Sogliano Cavour venerdì 30 luglio fa tappa il tour “Simona Molinari Live – Estate 2021” di Simona Molinari, mentre sabato 31 luglio è atteso Paolo Jannacci con “In concerto con Enzo”. Il Festival si sposta poi nell’Area Archeologica di Roca e Grotta della Poesia domenica 1 agosto con il tributo a Ennio Morricone di Stefano Di Battista, lunedì 2 agosto con Dhafer Youssef, Raffaele Casarano e Adriano Dos Santos e martedì 3 agosto con Rosario Giuliani e Pietro Lussu e a seguire Roberto Gatto. Infine, mercoledì 5 agosto Raffaele Casarano incontra Nina Zilli per il concerto finale dell’alba, quello più atteso, con la co-direzione artistica del cantautore Giuliano Sangiorgi.

 Grandi emozioni, tanti concerti e location uniche sono i tratti distintivi del Locomotive, un Festival che, in questa visione di “archeologie”, riscopre e rinnova anche altre vocazioni che da sempre lo contraddistinguono: il sociale, l’ambiente e i giovani.

 Abolita la plastica e la carta, il Locomotive è ormai da anni un Festival sensibile alle tematiche ambientali e da quest’anno è entrato a far parte di “Jazz takes the green”, ovvero, la rete dei Festival Jazz italiani ecosostenibili. Quello che da sempre, per la direzione artistica, lo staff e gli artisti ospiti, è stato un impegno attivo in stretta relazione con il rispetto del territorio, oggi è diventato uno statuto condiviso a livello nazionale anche da altre realtà musicali. Ed in quest’ottica che si consolida con questa edizione la collaborazione con Links per la gestione di tutti i contenuti digitali del Locomotive e con Cam per la fornitura di automobili di servizio elettriche.

Infine, grazie alla collaborazione con la onlus “L’Integrazione”, il Locomotive vanta il marchio nazionale Abilfesta che garantisce piena accessibilità a tutte le persone disabili.

Il LJF porta la musica lì dove bisogna conoscere e scoprire, per narrare la bellezza di frammenti di arte e di storia di inestimabile valore. Per farlo nel migliore dei modi possibili, si è scelto di camminare accanto a Nicolì S.p.A., l’azienda pugliese che da anni si occupa di restaurare e tutelare i beni artistici e architettonici del territorio. Loro lo slogan “Aver Cura” preso in prestito per accompagnare il pensiero del Locomotive e che custodisce un monito potente e rivoluzionario, nella sua semplicità̀.

Alessandro Quarta:

Alessandro Quarta, nato in Salento nel 1976, è diventato uno dei violinisti più famosi del mondo.

Acclamato dalla CNN nel 2013 come “Musical Genius”, e premiato nel 2017 a Montecitorio come “Miglior Eccellenza Eccellenza nel Mondo” per la Musica, Quarta ha avuto un successo strepitoso per il brano “Dorian Gray” composto, arrangiato ed eseguito live in Prima Mondiale con “Roberto Bolle” in Arena di Verona, a Caracalla a Roma, al Teatro Carlo Felice di Genova, al Pala De Andrè a Ravenna e in P.zza S.ma Annunziata a Firenze e con “Danza con me” in onda su Rai Uno. È stato ospite internazionale a Sanremo 2019, duettando con “Il Volo” con il brano “Musica che Resta”, e alla “Notte della Taranta”. Nel 2015 ha aperto il Concerto del Primo Maggio a Roma in diretta Rai per violino solo. Violinista, polistrumentista e compositore, che ha partecipato a scritture di musiche inedite per film della Walt Disney e Rai Cinema, Quarta è cresciuto musicalmente con i più grandi direttori del mondo come L. Maazel, E. Inbal, C. Dutoit, M. Rostropovich, M.W. Chung, G. Pretre, Z. Metha, ricoprendo per loro ruoli come Violino di Spalla, suonando nelle più prestigiose sale mondiali nel corso di grandi tournèe in Europa, America, Cina, Giappone e Medio Oriente. Al momento collabora come violinista, compositore, polistrumentista e arrangiatore in progetti internazionali insieme a Roberto Bolle, Solisti dei Berliner Philharmoniker, Solisti Orchestra Nazionale della Rai di Torino, Quartetto del Teatro alla Scala, Solisti Orchestra Accademia Santa Cecilia, Dee Dee Bridgewater, Mike Stern, il Volo, James Taylor, Amii Stewart, Toquinho, e con molti altri artisti Internazionali. Dopo il successo dei suoi primi due album, “One More Time” (2010) e soprattutto quello autobiografico “Charlot” (2014), nel 2019 presenta il suo tributo ad Astor Piazzolla “Alessandro Quarta plays Astor Piazzolla”, un album già candidato Grammy.

Alessandro Quarta suona un Alessandro Gagliano, violino rarissimo del 1723 “ex Principe della famiglia Clelia Biondi”, un Giovanni Battista Guadagnini, gioiello del 1761, e due violini di Ezia Di Labio dipinti dal celebre scenografo Emanuele Luzzati e dallo scrittore Pino Cacucci.

Alessandro Quarta plays Astor Piazzolla

Giovedì 29 luglio 2021, ore 22.30 – Piazza Armando Diaz, Sogliano Cavour (Le) (Locomotive Giovani + Alessandro Quarta 15 euro + dp)

 Formazione: Alessandro Quarta, violino- Giuseppe Magagnino, pianoforte – Cristian Martina, batteria – Michele Colaci, contrabbasso Franco Chirivì, chitarra

infoline: info@locomotivejazzfestival.it – tel. +39 345 1089622 -orari: 10.30-12.30 e 17.00-19.00

 prevendite vivaticket-partono da mercoledì 30 giugno alle 14.00 prevendita per l’alba: il 29 luglio alle 14.00 – Riduzione studenti e persone con disabilità: gestione vivaticket – apertura cancelli: 30 minuti prima di ogni concerto

Speedy Shop Roma

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here