LOCOMOTIVE JAZZ FESTIVAL 2021

0
323

Dhafer Youssef “Sounds Of Mirrors”con Raffaele Casarano e Adriano Dos Santos

lunedì 2 agosto, ore 21.30 Area Archeologica di Roca e Grotta della Poesia

La quinta giornata del Locomotive si apre alle 10.30, presso la Chiesa San Vito di Roca Nuova con il concerto-laboratorio di archeologia divulgativa e imitativa “Archeologie Sonore” in cui, insieme all’esperto Mimmo Lorusso, bambini e adulti possono apprendere insieme segreti e trucchi della preistoria, come la scheggiatura della selce e dell’ossidiana, suonare strumenti musicali preistorici realizzati con corna e ossa di animali, accendere il fuoco con le tecniche preistoriche e tanto altro. Alla fine del laboratorio, è prevista una performance in sax solo di Raffaele Casarano.

Ritroviamo Casarano la sera alle 21.30 sul palco dell’Area Archeologica di Roca e Grotta della Poesia, insieme al batterista Adriano Dos Santos per il concerto di presentazione di “Sounds of Mirrors, ultimo album del compositore e cantante tunisino Dhafer Youssef.

In questo lavoro, Youssef costruisce paesaggi sonori onirici e si concentra sulla musica indiana. È un disco molto più meditativo del suo precedente “Diwan of Beauty and Odd” e contiene 12 brani in cui le atmosfere sonore, le interazioni di gruppo e le parti da solista vengono ben bilanciate. Youssef è un artista in grado di creare composizioni aperte alle più disparate contaminazioni tra Oriente e Occidente, due mondi diversi e distanti che, attraverso una musica dalle mille sonorità, si rincorrono e si intrecciano, reinventandosi in un moto in continua rigenerazione. Inoltre, è considerato il suonatore di Oud più inventivo, riuscendo nell’impresa di far uscire questo strumento arabo, estraneo al jazz, dal suo ruolo e dalla sua forma tradizionale.

Il Locomotive prosegue sempre nell’Area Archeologica di Roca e Grotta della Poesia martedì 3 agosto con Rosario Giuliani e Pietro Lussu e a seguire Roberto Gatto e, infine, mercoledì 5 agosto Raffaele Casarano incontra Nina Zilli per il concerto finale dell’alba, quello più atteso, con la co-direzione artistica del cantautore Giuliano Sangiorgi.

Grandi emozioni, tanti concerti e location uniche sono i tratti distintivi del Locomotive, un Festival che, in questa visione di “archeologie”, riscopre e rinnova anche altre vocazioni che da sempre lo contraddistinguono: il sociale, l’ambiente e i giovani.

Speedy Shop Roma

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here