L’Europa cambia verso, l’Italia resta al palo

0
401

Renzi, De Benedetto (FI)

Matteo Renzi afferma che, se il referendum sulle riforme non otterrà i risultati sperati, andrà a casa.
Ci domandiamo perchè voglia prolungare fino ad allora la sofferenza e l’agonia di un intero Paese: nonostante il premier si ostini a parlare di “volta buona” e “cambio di verso”, infatti, per i dati Eurostat del 2015 l’ Italia è il Paese europeo con il numero più alto di persone che vivono in povertà. Si tratta di quasi 7 milioni di persone, il doppio della Germania e tre volte quelle che conta la Francia. A dirla con le parole care al buon Matteo, quindi, è l’Europa a cambiare verso, non certo l’Italia: nel 2015 in Europa, il tasso di povertà è sceso a 8,2% sul totale dei cittadini del continente, rispetto al 9% rilevato nel 2014.  Il nostro Paese, invece, è passato dall’11,6% all’11,5%, numeri assai poco virtuosi e degni di un fanalino di coda. Anche l’Eurostat è in mano ai “gufi” oppositori del suo governo?
Verrebbe da ipotizzare di no, dal momento che persino il Consiglio di Stato è stato costretto a bocciare il decreto che regola il Canone Rai inserito nella bolletta elettrica, con nette mancanze in merito alla chiarezza e alla difesa della privacy. Un fatto gravissimo, a poche settimane dall’invio delle prime fatture, e che conferma la superficialità con la quale l’esecutivo sforna provvedimenti”.
Federica De Benedetto
vice coordinatrice regionale Forza Italia Puglia
Speedy Shop Roma

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here