test
martedì, Luglio 23, 2024
HomeSenza categoriaLeonardo Bianchi, Pegah Moshir Pour e Maria Cafagna per la decima e...

Leonardo Bianchi, Pegah Moshir Pour e Maria Cafagna per la decima e ultima edizione di Io non l’ho interrotta a Lecce

Da giovedì 11 a sabato 13 luglio (ore 20:00 – ingresso libero e gratuito) nel Chiostro degli Agostiniani in viale Michele De Pietro 10 a Lecce si conclude la decima e ultima edizione di “Io non l’ho interrotta“. Dopo le prime quattro serate (2, 3, 4, 9 luglio), la rassegna di giornalismo e comunicazione politica organizzata dell’associazione Diffondiamo idee di valore, in collaborazione con Coolclub, Conversazioni sul futuro e Libreria Idrusa, con il coordinamento di Pierpaolo Lala e Gabriella Morelli, nell’ambito della quarta edizione di Agostiniani Libri, rassegna letteraria del Comune di Lecce e della Biblioteca Ognibene, ospiterà gli ultimi tre appuntamenti con Marco DamilanoGianluca BrigugliaStefano BartezzaghiBarbara StefanelliEdoardo NovelliLeonardo Bianchi, Pegah Moshir Pour e Maria Cafagna e altri ospiti. Su Produzioni Dal Basso è attiva anche una campagna di crowdfunding (in collaborazione con la Creatif Academy del Distretto Produttivo Puglia Creativa) per sostenere la manifestazione con un piccolo e spontaneo contributo. Info e programma iononlhointerrotta.com – 3394313397.

Giovedì 11 luglio la quinta serata si aprirà alle 20:00 con i comizi di “The country of donkeys”, restituzione finale del laboratorio teatrale a cura di Riccardo Lanzarone. Una riflessione sulla “politica” e sul nostro rapporto con essa: una ricerca sull’iconografia di uomini e donne di governo e di partito. Ogni partecipante proporrà il suo personaggio politico internazionale. La sua biografia privata: come si chiama, da dove viene, quanti anni ha, che mestiere fa? E la sua biografia politica: quale partito o coalizione rappresenta, quale ideologie sostiene, quante volte ha cambiato casacca? Subito dopo “Le prime gocce della tempesta. Miti, armi e terrore dell’estrema destra globale” di Leonardo Bianchi (Solferino), intervistato dal giornalista Danilo Lupo (Piazza Pulita – La 7). Nel maggio 2012 Anders Behring Breivik, in carcere per aver ucciso settantasette persone a Oslo e Utøya, scrive una lettera in cui proclama l’inizio di una “tempesta purificatrice” per l’Europa. L’editor di Facta, collaboratore di Valigia Blu, Internazionale e altre testate, esplora il neonazismo contemporaneo e il terrorismo suprematista bianco, analizzando reti estremiste e la normalizzazione di teorie razziste in Occidente. A seguire, in dialogo con Gabriella Morelli, ci sarà la consulente e attivista per i diritti umani e digitali Pegah Moshir Pour con “La notte sopra Teheran” (Garzanti), un romanzo che nasce dalla sua storia personale. un libro che trascina il lettore così vicino al cuore della sua autrice che chiunque lo leggerà potrà giurare di aver sentito l’odore caldo del tè chai. In chiusura Maria Cafagna, sollecitata dalle domande della giornalista Bianca Chiriatti (La Gazzetta del Mezzogiorno) parlerà di “Cattive maestre. Donne in technicolor che hanno influenzato un’intera generazione” (Sperling & Kupfer editore). L’autrice parte dal fenomeno di “Non è la Rai” per esplorare il desiderio di molte giovani donne di essere belle e famose. Analizza l’impatto di figure televisive come Ambra Angiolini, Maria De Filippi, Ilary Blasi, Belén Rodríguez e Paola Cortellesi nel formare l’immaginario femminile dagli anni Novanta a oggi. Attraverso testimonianze di giornaliste, scrittrici e psicologhe, il libro esplora come questi personaggi e trasmissioni popolari, spesso considerate “trash”, abbiano influenzato una generazione e l’evoluzione del paese.

Venerdì 12 luglio alle 20:00 si parte con “Love harder. Le ragazze iraniane camminano davanti a noi” di Barbara Stefanelli, vicedirettrice vicario del «Corriere della Sera» e direttrice del magazine «7». (Solferino), intervistata da Sonia Pellizzari. A seguire “Chi vince non sa cosa si perde. Agonismo. Gioco. Guerra” del semiologo e giornalista Stefano Bartezzaghi (Bompiani) e “Divorzio. Storia e immagini del referendum che cambiò l’Italia” di Edoardo Novelli e Gianandrea Turi (Carocci editore).

Sabato 13 luglio
 dalle 10 alle 13 nella Mediateca delle Officine Cantelmo la rassegna proporrà anche un momento di formazione in collaborazione con Anios – Associazione interpreti di lingua dei segni italiana, tutto dedicato alla comunicazione politica. Alle 20:00 nel Chiostro degli Agostiniani la serata conclusiva partirà con un incontro sulla comunicazione politica sostenibile e inclusiva, proseguirà con la presentazione del libro “Malcolm X e Martin Luther King. L’ape e la colomba” del filosofo Gianluca Briguglia (Einaudi), in dialogo con Alessandra Beccarisi, e si concluderà con la presenza del giornalista Marco Damilano, ospite fisso della manifestazione.

Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome qui

Post Popolari

Commenti recenti

Verified by MonsterInsights