Lecce torna al successo: Pescara steso 3-1. Giallorossi in zona play-off

0
86

Torna al successo il Lecce di Corini.  I giallorossi si sbloccano finalmente tra le mura amiche del “Via del Mare”  superando il Pescara per 3-1: mattatore della serata Mariusz Stepinski, in formato XXL, che con una doppietta (intervallata dal gol di Coda) regala un successo ai suoi che mancava dalla seconda giornata di campionato.  Per Mancosu e soci tre punti che valgono in classifica un piazzamento in zona play-off.

Per la sfida al Pescara Corini conferma la difesa a 4 con Adjapong e Calderoni sulle corsie esterne, Meccariello e Lucioni al centro. A centrocampo Tachsidis in cabina di regia ed Henderson più Paganini ai lati. Mancosu a supporto del tandem d’attacco Stepinski-Coda. Per Oddo diverse defezioni, l’ex di turno schiera un 3-4-1-2 con tanti giovani in campo: Maistro e Ceter coppia offensiva.

Al 5’ Lecce già pericoloso in area biancoazzurra: Stepinski serve al centro per Coda con Fiorillo che si salva in angolo. Al 12’ il Lecce la sblocca: da un corner nasce un batti e ribatti in area in cui Stepinski è il più lesto di tutti a girare in rete. Al 29’ Mancosu gioca sul velluto,  addomestica la sfera e si invola verso la porta difesa da Fiorillo,destro dai 25 metri che si spegne di poco alto sulla traversa. Al 40’ Coda, lanciato da Henderson, si presenta solo davanti a Fiorillo ma il suo rasoterra esce fuori di un soffio. Al 42’ tiro di Mancosu deviato da una mano “galeotta” in area di rigore, ma per l’arbitro Amabile di Vicenza non ci sono gli estremi per assegnare il penalty ai padroni di casa.

Ad inizio ripresa il Pescara prova ad impensierire il Lecce: iniziativa solitaria di Fernandes murato in area dalla difesa gialloross. Al 49’ raddoppio per il Lecce: mancosu in area illumina per Coda che da duepassi appoggia comodamente in rete. Al 66’ il Pescara riapre il match in virtù della rere messa a segno da Maistro che con un bel destro beffa Gabriel. Il Pescara ci crede e al 70’ Ceter calcia forte verso la porta digabriel, ma questa volta l’estremo giallorosso si supera con un intervento salva risultato. Al 75’ il Lecce la chiude: il Pescara perde un pallone sanguinoso su cui si avventa Stepinski che si invola per 50 metri verso la pota di Fiorillo e conclude con un destro secco che piega il portiere pescarese: 3-1 e gara in ghiaccio.

La classifica si muove permettendo al Lecce di fare un bel balzo in avanti che tuttavia non autorizza piani di nessun tipo: tra un paio di turni cominceranno gli incroci “pericolosi” con avversari di ben altra caratura, allora ne sapremo di più. Nel prossimo turno il Lecce sarà di scena a Chiavari contro la Virtus Entella domenica sera alle ore 21.

LECCE – PESCARA 3-1

LECCE (4-3-1-2): Gabriel – Adjapong, Lucioni, Meccariello, Calderoni (76′ Zuta) – Paganini, Tachtsidis (87′ Maselli), Henderson – Mancosu (76′ Majer) – Stepinski (90+1′ Dubickas), Coda (76′ Pettinari). A disp. Bleve, Vigorito, Pierno, Gianfreda, Lo Faso. All. Salvatore Lanna (Corini squaliflicato).

PESCARA (3-4-1-2): Fiorillo – Jaroszynski, Guth, Bellanova (88′ Di Grazia) – Masciangelo, Balzano (58′ Nzita), Omeonga (58′ Busellato), Fernandes (80′ Memushaj) – Maistro – Belloni (58′ Vokic), Ceter. A disp. Radaelli, Alastra, Elizalde, Scognamiglio, Crecco, Ventola, Diambo. All. Massimo Oddo.

ARBITRO: Daniel Amabile di Vicenza (Caliari-Grossi; IV Natilla).

MARCATORI: 12′ e 75′ Stepinski (L), 50′ Coda (L), 66′ Maistro (P)

NOTE –  Ammoniti: Tachtsidis (L), Fernandes, Busellato, Masciangelo (P). Espulsi: nessuno. Recupero: 0′ pt, 3′ st. Spettatori: a porte chiuse per l’emergenza sanitaria covid19

Speedy Shop Roma

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here