Lecce sconfitto all’esordio. L’Andria fa festa al Via del Mare

0
391

Lecce sconfitto all’esordio. L’Andria fa festa al Via del Mare

Il Lecce scende in campo al Via del Mare davanti a oltre dieci mila cuori giallorossi contro la Fidelis Andria in occasione dell’esordio stagionale in campionato. Mister Asta disegna il 4-3-1-2 con Surraco alle spalle del tandem d’attacco composto da Curiale e Moscardelli. Dall’altra parte gli ospiti rispondono con lo stesso modulo tattico piazzando Strambelli diero Morra e Grandolfo.

Pronti via e la Fidelis passa in vantaggio al 5’ con Onescu abile a raccogliere il cross di Cortellini e a depositare in rete da posizione ravvicinata. La reazione del Lecce non si lascia attendere e al 9’ è Curiale a sfiorare il pari sugli sviluppi di un corner. La gara è vibrante, ma sono ancora i federiciani a rendersi pericolosi costringendo Benassi agli straordinari in un paio di occasioni. E’ il preludio al gol che arriva al 26’ con Grandolfo che è lesto a raccogliere una tiro maldestro di Strambelli e a trasformarlo in oro. Al 33′ Moscardelli sfiora il gol da cineteca con una conclusione al volo da posizione defilata, ma il pallone esce di un soffio al lato. Al 37′ lampo di Surraco che salta un uomo e calcia in porta trovando la respinta di Poluzzi.

Nel finale occasione per Morra che calcia di prima intenzione, ma Benassi sventa la minaccia con una respinta. Nel secondo tempo Carrozza rileva Siciu e i giallorossi iniziano ad essere più incisivi in zona gol. Al 53′ scambio tra Surraco, Carrozza e Moscardelli, il centravanti va alla conclusione e Poluzzi blocca a terra con fatica. Al 62′ il Lecce la riapre: Liviero scodella elegantemente per Moscardelli che stacca di testa e mette dentro.

Il “Via del Mare” torna ad essere incandescente. Intanto, entra Lepore per il classe ’97 Pessina che ha comunque ben figurato. Poco dopo Papini, su assistenza ancora di Liviero, mette incredibilmente fuori staccando in maniera imprecisa. Il Lecce tenta di riprendere in mano la gara, ma ogni tentativo è vano. Nel finale, tra l’altro, arriva il terzo gol dei federiciani con il calcio di rigore, a dir poco dubbio, concesso per presunto atterramento di Kristo. Dal dischetto Strambelli scucchiaia e fa 1-3 che mette la parola fine alla partita.

Il Lecce buca la prima di campionato davanti ai suoi tifosi palesando diverse lacune nella costruzione del gioco. L’ottima reazione di carattere a margine del doppio svantaggio è stata l’unica nota lieta di una serata da dimenticare in fretta.

LECCE 4-3-1-2 Benassi; Lo Bue (78’Vécsei), Camisa, Gigli, Liviero; Suciu (45′ Carrozza), Papini, Pessina (63′ Lepore); Surraco; Moscardelli, Curiale. Allenatore Asta

FIDELIS ANDRIA 4-3-1-2 Poluzzi; Tartaglia, Fissore, Stendardo, Cortellini; Onescu, Piccinni, Bisoli; Strambelli; Morra, Grandolfo (85′ Cianci). Allenatore D’Angelo

Speedy Shop Roma

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here