LABORATORIO MULTIMEDIALE

0
517

 I “GIOIELLI” DI LECCE IN 3D

Inaugurato al Must il laboratorio multimediale “DiCet -LivingLab”. Un’occasione per scoprire Lecce dall’età messapica fino a quella moderna

E’ stato inaugurato al Must di Lecce, il Museo storico della città, il “DiCet -LivingLab”, un ambiente dedicato alla fruizione immersiva, emozionale e collaborativa dei Beni Culturali di Lecce dall’età messapica fino a quella moderna. Un laboratorio multimediale inacastonato in uno dei contenitori più suggestivi del capoluogo salentino, dove storia e modernità si mescolano meravigliosamente.

Ad inaugurarlo è stato il sindaco di Lecce, Paolo Perrone: “Con questo laboratorio multimediale facciamo un tuffo nella storia di Lecce. Grazie alle nuove tecnologie valorizzeremo il nostro patrimonio storico e architettonico ampliando e migliorando la nostra proposta culturale: avremo la possibilità di ammirare in 3d l’Anfiteatro e il teatro romano ed altri monumenti della città”.

Living Lab3Al vernissage erano presenti anche l’assessore all’Innovazione Tecnologica, Alessandro Delli Noci, il direttore del Must, Nicola Elia, il dirigente del settore Programmazione strategica e Politiche Comunitarie del Comune di Lecce, Raffaele Parlangeli  e alcuni tecnici di Engineering Spa, del Cnr e dell’Università del Salento che hanno lavorato al progetto.

Con  questo progetto – ha spiegato l’assessore all’Innovazione Tecnologica del Comune di Lecce, Alessandro Delli Nociinauguriamo un nuovo percorso che ha l’obiettivo di innescare processi di sviluppo per una città intelligente, basata sulla diffusione della conoscenza e su un modello innovativo per l’utilizzo e la valorizzazione del patrimonio culturale. Dicet-LivingLab sarà seguito da altri importanti progetti, che abbiamo già pianificato con il Cnr che trovano nel binomio innovazione tecnologica-patrimonio culturale il focus per un nuovo modo di concepire la fruizione dei beni culturali e la valorizzazione della città. Una città è intelligente, Smart, solo se è in grado di valorizzare se stessa. E’ stato importante riuscire a stringere collaborazioni fondamentali, come quella con la multinazionale Engineering, con il Cnr e con l’Università del Salento”.

Living Lab 1

Living Lab4

“C’è un aspetto – ha sottolineato il direttore del Must di Lecce, Nicola Eliache al di là di tutto merita di essere rimarcato. E cioé la possibilità di fruire di uno spazio culturale in maniera innovativa”.

Le soluzioni tecnologiche del “DiCet – LivingLab” sono state sviluppate grazie al lavoro congiunto di Engineering, capofila del progetto; dell’“Information Technologies Lab” dell’IBAM- CNR di Lecce; del Dipartimento di Ingegneria dell’Innovazione dell’Università del Salento; di Expert System; di Open1, con la collaborazione del Comune di Lecce.

Il “DiCet – LivingLab” è concepito come un laboratorio aperto e in continua crescita, che si arricchirà dei contenuti e delle applicazioni digitali di coloro che, in modo costruttivo e creativo, vorranno dare un contributo alla conoscenza e alla valorizzazione del Patrimonio Culturale del Salento.

Prima dell’inaugurazione del laboratorio multimediale, il Must di Lecce ha ospitato il workshop “Tecnologie e Storytelling per la valorizzazione dei Beni Culturali”, organizzato dal Must e da Engineering spa. E’ stata l’occasione per un momento di confronto circa l’importanza assunta dai musei nell’era del digitale e dei social media e, in particolare, sul rinnovato ruolo del Must nel panorama culturale locale e nazionale. Al convegno hanno preso parte il direttore del Must, Nicola Elia, l’assessore all’Innovazione Tecnologica del Comune di Lecce, Alessandro Delli Noci e sono intervenuti coloro che hanno sviluppato le tecnologie del “DiCet -LivingLab” e di esperti di comunicazione web.

Il convegno fa parte delle iniziative organizzate nell’ambito del SAC – Terre di Lupiae.

Speedy Shop Roma

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here