INTERSINDACALE MEDICA ASL LECCE

0
722

ANAAO ASSOMED – CIMO – AAROI-EMAC – FP CGIL MEDICI – FVM – FASSID-FEDERAZIONE AIPAC – CISL MEDICI – FESMED – ANPO-ASCOTI-FIALS MEDICI – UIL FPL MEDICI –

Il Direttore Generale della ASL LECCE, a mandato ormai scaduto, con deliberazione n. 1907 del 07 Nov. 2014 concernente l’ organizzazione Dipartimentale e Relativo Regolamento e deliberazione n. 1953 del 13 Nov. 2014 concernente l’individuazione degli incarichi dirigenziali di struttura semplice e di alta professionalità ha, di fatto, modificato l’assetto organizzativo dell’Azienda sia per quanto riguarda le Strutture Complesse che quelle Semplici della Dirigenza Medica, Veterinaria ed SPTA.Questa Intersindacale Medica esprime con fermezza la propria contrarietà alle deliberazioni in oggetto evidenziando che i numerosi incontri delle OO.SS. della Dirigenza Medica e Veterinaria sono risultati infruttuosi e ciò è da addebbitare esclusivamente alla politica posta in essere dalla Direzione Aziendale che ha continuato con il gioco delle tre carte, per cui, di volta in volta, venivano modificati i documenti oggetto di confronto ed informazione (non di concertazione!).

Al di là delle responsabilità le OO.SS. della Dirigenza Medica e Veterinaria ritengono sia andata perduta una grande opportunità per favorire un confronto serio finalizzato a produrre atti di interesse comune per il bene Aziendale.

La contrarietà ed inopportunità all’adozione dei due documenti di siffatta portata è dettata da semplici considerazioni:

  • L’adozione della Deliberazione N°1907 del 07/11/2014 risulta, oggi, non adeguata in termini di tempistica stante l’approvazione del Patto per la Salute (Intesa Stato Regioni del 10/07/2014), del Regolamento per la definizione degli Standard dell’Assistenza Ospedaliera (Intesa Stato Regioni del 05/08/2014), della Bozza di Riordino dell’Assistenza Ospedaliera e Territoriale presentata proprio dall’Assessore al Welfare in occasione dell’incontro presso la ASL LE giorno 07/10/2014. Alla luce delle precitate disposizioni quindi l’ Organizzazione Dipartimentale cambia radicalmente e pertanto già, oggi, risulta non più attuale.
  • In data 23/12/2002 (BURP n°162) la Regione Puglia pubblicava il Regolamento Regionale 20 Dic.2002 N° 9 avente per oggetto: “R.R. Art.3, comma 1 bis, del D.Lgs N°502/92 e s.m.i.- Principi Criteri ed Indirizzi per l’Adozione dell’Atto Aziendale”. L’Atto Aziendale, più volte richiesto dalle OOSS Mediche e Veterinarie, nel rispetto dei principi e criteri emanati dalla Regione, rappresenta la carta d’identità dell’Azienda o, in alternativa, le fondamenta sulla quale si sviluppa tutta la Organizzazione Aziendale. La Direzione Generale ha invertito i principi basilari concernenti l’edilizia…. prima i muri portanti e poi i pilastri. Ergo ….atto inopportuno, intempestivo!
  • La Legge Regionale 17 Ott. 2014 N° 4 (BURP N° 149 del 24/10/2014) detta norme in materia di costituzione, composizione e funzionamento del Collegio di Direzione. Il Collegio di Direzione è chiamato ad esprimere pareri obbligatori in merito: alle questioni attinenti il governo delle attività cliniche, sull’Atto Aziendale per la parte relativa all’attività cliniche ecc.. Non risulta che l’Azienda abbia portato al confronto del Collegio di Direzione l’Organizzazione Dipartimentale. E qualora l’avesse fatto…. sarebbe interessante conoscere quale delle precitate tre carte era oggetto del confronto.
  • Il nuovo Patto per la Salute ed il successivo Regolamento stabiliscono che, entro il 31 Dic. 2014 le Regioni dovranno predisporre un provvedimento di programmazione per fissare la dotazione di posti letto ai nuovi parametri individuati.
  • Se la determinazione delle Organizzazioni Dipartimentali rientra nei pieni poteri del D.G., tuttavia ragioni di buona gestione e di buon governo avrebbero dettato comportamenti ben diversi. Ancor più grave che questa riflessione interessi la Deliberazione n. 1953 del 13/11/2014 concernente l’individuazione degli incarichi dirigenziali di Struttura Semplice e di Alta Professionalità, che avrebbe richiesto un confronto serio con le OOSS, che ovviamente non c’è stato!

 

Tanto ciò premesso le OO.SS. Mediche, riunitesi in Intersindacale in data 18/11/2014, si dissociano e, in pieno accordo, decidono di impugnare entrambi gli Atti deliberativi dando mandato, all’unanimità, ad un’ attenta valutazione in sede legale per tutti i risvolti giuridici di illeggittimità e di lesione dei diritti della Dirigenza Medica e Veterinaria della ASL di Lecce.

 

Speedy Shop Roma

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here