Incontro oline studenti Quinto Ennio Gallipoli – Martello

0
69
?????????????

GLI STUDENTI DEL LICEO QUINTO ENNIO DI GALLIPOLI INCONTRANO DANIELE MARTELLO, DIRETTORE DELL’ISTITUTO NAZIONALE DI FISICA NUCLEARE DI LECCE

 

Grande attesa per i ragazzi e le ragazze del Liceo “Quinto Ennio” di Gallipoli che domani, giovedì 15 aprile  dalle ore 10.15 alle 11.15, incontreranno, in diretta streaming, Daniele Martello, direttore della sezione di Lecce dell’Istituto nazionale di fisica nucleare (Infn).

Il ritorno, seppur virtuale, nella “sua” scuola, (Martello, originario della Città bella, vi si è diplomato nel luglio 1984), è promosso dalla Provincia di Lecce,  attraverso il progetto “Giornate di promozione della cultura scientifica”, ideato con l’obiettivo di offrire agli studenti delle scuole superiori della territorio salentino opportunità di crescita culturale e scientifica.

L’iniziativa di domani, in particolare, costituirà anche un’occasione di confronto diretto tra gli studenti dello storico liceo gallipolino e lo scienziato salentino che, con impegno, passione, perseveranza, è riuscito a perseguire importanti risultati scientifici e professionali, rappresentando, quindi, per i più giovani un modello positivo di riferimento a cui ispirarsi.

L’incontro online si aprirà alle ore 10.15, con gli interventi di benvenuto di  Stefano Minerva, presidente della Provincia di Lecce e sindaco di Gallipoli, e di Antonio Errico, dirigente scolastico del Liceo “Quinto Ennio”. Quindi, la parola passerà a Daniele Martello, che terrà una lectio magistralis e presenterà le attività dell’Istituto nazionale di fisica nucleare da lui diretto. Sarà, poi, la volta degli studenti, che dialogheranno con l’ospite d’eccezione, attraverso domande, curiosità e   consigli sui loro possibili percorsi formativi futuri. L’incontro si concluderà con la “consegna” di una targa ai meriti professionali da parte della Provincia di Lecce, e di una pergamena da parte del Comune di Gallipoli e del Liceo “Quinto Ennio” di Gallipoli.

Professore ordinario presso il Dipartimento di matematica e fisica “Ennio De Giorgi” dell’Università del Salento, Daniele Martello, ricopre dal 2019 anche la carica di direttore dell’Istituto nazionale di fisica nucleare (Infn) di Lecce. Il Centro del Capoluogo salentino fa parte della rete dei laboratori dell’Infn, sparsi sul territorio nazionale, tra cui si annoverano i famosi laboratori del Gran Sasso, considerati i centri di ricerca sotterranei più grandi e importanti del mondo.

Parte considerevole dell’attività di ricerca dell’Istituto, inoltre, viene svolta anche in centri di ricerca internazionali, principalmente presso il Cern di Ginevra, diretto dal fisico italiano Fabiola Gianotti, dove lavorano 2.000 fisici italiani ed altri 500 italiani come dipendenti; il Desy di Amburgo, il Fermilab di Batavia e il laboratorio Fermi dell’Argonne National Laboratory di Chicago.

Daniele Martello ha partecipato a numerose missioni internazionali, tra cui, quelle al Polo Sud, al Research Scientist, presso il Bartol Research Institute (University of Delaware-USA), al Research Scientist presso il Forschungzentrum di Karlsruhe (Germania). Fra i tanti incarichi professionali svolti, dal 2012 al 2020, è stato responsabile nazionale dell’esperimento Auger per l’Istituto nazionale di fisica nucleare e referente per l’Italia dell’Osservatorio Pierre Auger. Nell’ambito di questa attività, inoltre, ha coordinato i ricercatori di diverse Università e Centri di ricerca italiani: Università del Salento, Università di Torino, Università “Federico II” di Napoli, Università di Milano, Università di L’Aquila, Università di Tor Vergata, Università di Catania, Istituto di Astrofisica Spaziale e Fisica Cosmica di Palermo, Osservatorio Astrofisico di Torino e i  Laboratori Nazionali del Gran Sasso.

Da  marzo 2016, su nomina del Board Internazionale dell’Osservatorio Pierre Auger, è project manager del Surface Scintillator Detector, per cui coordina la costruzione di 1600 rivelatori a scintillazione, che costituiscono il principale upgrade dell’Osservatorio Pierre Auger. La costruzione dei rivelatori avviene in parallelo in 6 siti europei: Lecce (Italia), Karlsuruhe e Aachen (Germania), Grenoble (Francia), Nijmegen Nikhef (Olanda), Cracovia (Polonia). Il 1° dicembre 1999,  infine, Martello è stato insignito della Medaglia per le attività in Antartide dal National Science Foundation.

Le Giornate di Promozione della Cultura Scientifica della Provincia di Lecce sono promosse dal Servizio Edilizia, programmazione rete scolastica e patrimonio, diretto da Dario Corsini, e realizzate da Gianni Podo.

Speedy Shop Roma

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here