Il nuovo Singolo di ANZIA “Diversi da te”

0
325

“Diversi da te” è il nuovo singolo di Anzia, prodotto da Deleterio e Morgan While per Dadaismo Records.
Questa è una traccia Trap/Rap che presenta una classica struttura pop/rap “ritornello-strofa-bridge”.
I due Producer milanesi si sono divertiti a lavorare insieme ad Anzia, creando il beat con l’utilizzo della
DAW Logic Pro X, tramite l’aiuto di moderne tecniche di Recording/Sampling (tra i campioni utilizzati vi
è anche la voce di Adriana Hamilton) e di un basso spaziale.
Il testo del brano vuole far riflettere in maniera molto diretta e cruda sul fenomeno del bullismo e del
cyber-bullismo; cercando da una parte di risollevare e incoraggiare tutti quei ragazzi che subiscono
violenze psicologiche da parte dei bulli, dall’altra di sminuire tutte le offese gratuite che i bulli spesso
rivolgono, anche a gente che non conoscono realmente, ma solo via social.
L’artista analizza alcuni tra i comportamenti sbagliati da parte dei bulli e suggerisce dei rimedi per le
vittime che non riescono a dire basta.
“Diversi da te”, riferendosi al bullismo, fa parte di un progetto che abbraccerà diverse tematiche a
sfondo sociale, come il razzismo, la violenza sulle donne e la situazione socio-economica scaturita dalla
pandemia del Covid.

anzia – bio

Marco Di Teo Anzia, nasce a Lecce il 04/08/1993, proviene da una famiglia molto modesta, umile e
molto unita, cresciuto in dei quartieri e in zone abbastanza tranquille. Sebbene le sue vicissitudini
riguardanti la salute accadute per lo più in età infantile e pre-adolescenziale, lo hanno portato a vivere
molto spesso insieme ai genitori, nei vari ospedali tra Bari e Bologna, durante le scuole medie cerca di
integrarsi con un paio di amici, quelli che aveva più a cuore. Il resto era soltanto una continua fuga da
chi giudicava e derideva fin troppo facilmente.
Nel periodo tra gli undici e i 13 anni, la passione per la musica si fa sentire sempre di più; inizialmente
ascolta tanto e di tutto: dalla musica italiana al nu Metal americano (es. Linkin Park). L’interesse per il
rap italiano arrivò successivamente e, ovviamente, diventò subito il genere più ascoltato, primi tra tutti
a colpirlo furono i Club Dogo.
Il primo brano che scrisse si chiama “Regalami”, cantato insieme a “Leti Bla”, cantautrice locale, e
pubblicato sul suo canale (Marzo 2011). Spronato da questa esperienza, dedica sempre più tempo a
scrivere, esprimendo tuttò cio che avrebbe voluto dire a tante persone, che siano stati pezzi d’amore o
riguardanti altre tematiche, l’importante era fare musica.
Durante gli anni collabora con tanti artisti locali; tra questi, “Fraz”, con cui ha pubblicato svariati singoli
e videoclip dal 2017 al 2019, come ad esempio “Tic Tac”, “Rondini” ed “NZT”; nel 2016 collabora
insieme a “Shade” e “Blue Virus” in un brano chiamato “VIP”(presente nell’album “Eyez”, 11 tracce
nelle quali l’artista associa i colori degli occhi a varie tematica, in base alle sensazioni soggettive
trasmesse dai colori stessi), collaborazione avvenuta tramite RKH Studio.
Ad aprile 2017 collabora insieme a “Mad Dopa” in “Ghiaccio”, nel frattempo continua a pubblicare
tracce anche da solo tra cui “Tutto quello che cercavo”, “Senza un futuro”, “VIP”, “Sleeping Beauty”,
“City Terminal”, “Fiocco di neve”, sono solo alcuni dei titoli presenti su Youtube e Spotify.
Nell’Ottobre del 2020 firma con “Dadaismo Records” (etichetta del noto Producer milanese Deleterio)
con cui si mette subito al lavoro per pubblicare il singolo “Diversi da te” (Prod. Deleterio & Morgan
While) che sarà parte di un progetto più ampio, un EP, che tratterà di diverse tematiche delle quali
spesso è difficile parlare, tra cui il bullismo (e/o cyber-bullismo), il razzismo, la violenza sulle donne e
le difficolta legate alla pandemia del Covid. Purtroppo, alcuni di questi argomenti lo hanno riguardato
personalmente, motivo per cui diventa anche una piccola rivincita personale.
Nessuno, si sarebbe aspettato che un bambino con dei problemi alle corde vocali le avrebbe utilizzate
proprio come un punto di forza, ma crescere con dei limiti è stata un’esperienza che ha messo Anzia
davanti ad una verità, ovvero che le priorità nella vita sono ben altre da quelle che propina la TV.
La musica per lui è stata un perno, tanto quanto i genitori, gli ha dato la forza di credere in sé stesso e
di capire che ognuno ha un’attitudine che va coltivata ma che non può farsi strada da sola senza l’aiuto
della determinazione, della dedizione e dell’insistenza.

diversi da te – testo

Ricomincio da me,
la paura che tutto sto vuoto prendesse anche me
che ti svegli soltanto se hai messo l’odio nel caffè
tutti gli altri non sono poi così diversi da te
diversi da te, o no?
Magari mi risvegliassi, altrove, cambieresti
qualcosa? Altrochè,
ora mi chiedono scusa, come se fosse niente, dico
“Scusa di che?”
Non sono mai stato zitto, perché agisco, sono
fedele alla vecchia maniera,
le parole possono essere, piuma o ferro, come
Verdone con Brega.
E se la paura ti fotte il coraggio, usa quel fegato
come rivalsa,
chi non ha un graffio non ha mai vinto, chi perde
sangue sai che ce l’ha fatta!
Rimetti il fodero a quelle incertezze, fagli vedere chi
cazzo comanda,
perché la merda che buttano addosso rimane solo
la loro corazza.
Fallito, coglione, bastardo, speriamo che muori: io
invece frà rido…
Ti ammazzo, ti spacco, ti scopo la tipa e la madre:
io invece frà rido…
Ti aspetto nel secondo pezzo meno accomodante,
frà dove non rido: per ora mi limito a dire che…

Ricomincio da me,
la paura che tutto sto vuoto prendesse anche me
che ti svegli soltanto se hai messo l’odio nel caffè
tutti gli altri non sono poi così diversi da te
diversi da te, o no?
Ricomincia da te…la paura mettila alle spalle e
abbandona quei pesi,
le lacrime e la depressione non sono i rimedi!
Se loro ti abbassano il pollice tu alzagli i medi, son
diversi da te.

Tu metti da parte chi ha messo te, però senza
odiare come fan loro
Che da quell’ottone non ci fai l’oro, le spine non
diventeranno alloro!
Mangiati chi mostra i denti più grossi, più sono
grandi frate e meno morde: l’indifferenza non ha
contrattacco, per un fallito è la condanna a morte.
Ci vuole poco a ferirti,
giocano a fare i Denaro, però non è chiaro che non
è il denaro o la prepotenza che gli rende ricchi!
Al giorno d’oggi devi essere Kill Bill, con le katane
fai fuori le serpi, aspettano solo che tu cada a terra
per poi riempirti di quei complimenti, come…
Fallito, coglione, bastardo, speriamo che muori: io
invece frà rido…
Ti ammazzo, ti spacco, ti scopo la tipa e la madre:
io invece frà rido…
Ti aspetto nel secondo pezzo meno accomodante,
frà dove non rido: per ora mi limito a dire che…
Ricomincio da me,
la paura che tutto sto vuoto prendesse anche me
che ti svegli soltanto se hai messo l’odio nel caffè
tutti gli altri non sono poi così diversi da te
diversi da te, o no?
Ricomincia da te…la paura mettila alle spalle e
abbandona quei pesi,
le lacrime e la depressione non sono i rimedi!
Se loro ti abbassano il pollice tu alzagli i medi, son
diversi da te.

Speedy Shop Roma

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here