Il Bel Canto Salento Festival 2015 di scena al Verdalia

0
480

Il Bel Canto Salento Festival 2015 di scena al Verdalia 

“La musica e il canto lavano via dall’anima la polvere della vita di ogni giorno”. Ci appare così attuale la frase del famoso poeta e scrittore tedesco dell’Ottocento, Berthold Auerbach, che ci riporta in una realtà dove la musica e il Bel Canto si creano uno spazio dorato fuori dallo stridio della vita moderna e ci accarezzano l’anima, capaci anche di farci sorridere.  E’ proprio con un sorriso che si inaugurerà la rassegna operistica “Il Bel Canto Salento Festival 2015” che aprirà il sipario il 30 luglio nella splendida cornice delle Cave del Verdalia (Villa Convento-Le) con l’opera buffa di G. Rossini “Il Barbiere di Siviglia” che, in un gioco di amore e gelosia tra due pretendenti (il Conte d’Almaviva e Don Bartolo) per la giovane orfana sivigliana Rosina, vede intrecciarsi sul palcoscenico personaggi buffi e “carnevaleschi” tra cui il famoso Figaro, barbiere di Siviglia, deciso ad aiutare il Conte, attraverso alcuni stratagemmi, per far sì che riesca a comunicare con Rosina tenuta segregata dal suo gelosissimo tutore Don Bartolo (Gerardo Spinelli) che la vorrebbe sposare.

L’opera vedrà la magistrale regia del famoso basso-baritono, Simone Alaimo, che ricoprirà anche il ruolo di Don Basilio, confidente di Don Bartolo e anche maestro di musica di Rosina, mentre l’orchestra lirico sinfonica “Arcadia” sarà diretta dal Maestro Mario Ciervo. Il Festival, organizzato dall’Associazione il Bel Canto nel Salento di Trepuzzi, di cui è Direttore Artistico il Maestro Mario Cananà, prevede la replica del Barbiere di Siviglia il 2 Agosto, mentre il 4 Agosto la serata sarà interamente dedicata al concerto lirico “Fantasie Liriche” con le più suggestive arie d’opera di Bellini, Donizetti, Rossini, Verdi, Puccini, Massenet e Bizet. Ospite d’onore sarà il celebre soprano, Maria Dragoni, definita l’erede vocale di Maria Callas. Al pianoforte il Maestro Valerio De Giorgi.

L’11 e il 13 Agosto sarà protagonista “Cavalleria Rusticana” ambientata in un paesino siciliano di fine ‘800. E’ il mattino del giorno di Pasqua. Il giovane Turiddu prima di partire per il servizio militare giura il suo amore a Lola. Al suo ritorno però scopre che Lola si è sposata con Alfio, il carrettiere del paese. E’ un duro colpo per Turiddu, che la ama ancora. Per vendicarsi dell’affronto subito corteggia Santuzza, una giovane del paese ma, dopo averla sedotta inizia a trascurarla perché passa il suo tempo ad aggirarsi nei dintorni dell’abitazione di Alfio nella speranza di incontrare Lola. Santuzza, addolorata e preoccupata, cerca Turiddu, si reca addirittura da Lucia, madre di Turiddu, e le racconta tutto: i suoi sentimenti per il figlio e il distacco di lui. All’arrivo di Turiddu tra i due giovani scoppia un’accesa lite alla quale assiste anche Lola che passa lì vicino per recarsi alla Chiesa, senza più ascoltare le parola di Santuzza, Turiddu la segue. Santuzza allora, offesa, decide di vendicarsi e, appena incontra Alfio di ritorno dal lavoro, gli dice che Lola gli è infedele.

L’epilogo vedrà Turiddu ed Alfio sfidarsi a duello dopo la messa di Pasqua con la morte del giovane Turiddu interpretato dal tenore Vanno Tadeo, mentre il ruolo di Santuzza sarà di Lorella Tafuro (presidentessa dell’Associazione il Bel Canto). La direzione dell’orchestra è affidata al Maestro Mario Cananà, mentre la regia è di Gerardo Spinelli, sul palcoscenico nel ruolo di Alfio. L’opera “Cavalleria Rusticana” sarà preceduta dal concerto lirico sinfonico “Pagine d’Opera” da Verdi a Puccini, a Donizetti a…… ed andrà in scena anche nella serata del 23 Agosto nella tenuta Taurino in Contrada Li Manchi a Squinzano. A presentare le Opere ed i concerti lirici sarà la conduttrice MariaRita De Rinaldis.

 

Speedy Shop Roma

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here