GIORNATE DI PROMOZIONE DELLA CULTURA SCIENTIFICA

0
87

AL VIA LA 5^ EDIZIONE DEL PROGETTO DELLA PROVINCIA “GIORNATE DI PROMOZIONE DELLA CULTURA SCIENTIFICA” IN OCCASIONE DEL CONVEGNO NAZIONALE SUL PARTICOLATO ATMOSFERICO

Il nuovo appuntamento con la scienza per i ragazzi salentini sarà in diretta streaming e coinvolgerà 18 scuole, per un totale di 136 classi e più di 3mila studenti.

Dopo la lunga pausa dovuta all’emergenza Covid-19, riparte mercoledì 14 ottobre, il Progetto “Giornate di Promozione della Cultura Scientifica”, promosso dalla Provincia di Lecce con l’obiettivo di coinvolgere su temi culturali e scientifici gli studenti degli istituti scolastici superiori del territorio.

L’adesione degli istituti scolastici alla nuova iniziativa lanciata dalla Provincia di Lecce e dagli altri partner, infatti, è stata molto positiva. Le scuole che hanno aderito al primo evento sono 18: (Alessano) IISS “G. Salvemini”; (Copertino) IISS “Don Tonino Bello”; (Galatina) Liceo Scientifico “A. Vallone” e IISS “Laporta/Falcone-Borsellino”; (Galatone) IISS “E. Medi”; (Gallipoli) IISS “Q. Ennio” e IISS “A. Vespucci”; (Lecce) Liceo Scientifico” “C. De Giorgi”, Liceo Scientifico “Banzi”, IISS “E. Fermi” , IT “G. Deledda”, ITES “A. Olivetti”, Liceo “P. Siciliani” di Lecce, Liceo  “Virgilio – Redi” di Lecce e Squinzano; (Maglie) Liceo Scientifico “L. da Vinci”; (Nardò) IISS “N. Moccia”; (Tricase) IISS “G. Stampacchia”, Liceo “G. Comi”.

L’occasione offerta ai ragazzi è l’evento in programma a Lecce (presso le Officine Cantelmo e presso l’Hotel Tiziano e dei Congressi), dal 14 al 16 ottobre: si tratta del IX Convegno nazionale sul particolato atmosferico, organizzato dalla Società Italiana di Aerosol (IAS), in collaborazione con l’Istituto di Scienze dell’Atmosfera e del Clima del CNR di Lecce, l’Università del Salento e la Provincia di Lecce, e che vedrà la partecipazione in presenza dei maggiori esperti nazionali del settore.

La sessione di apertura,  prevista per mercoledì 14 ottobre (a partire dalle 9.45) presso le Officine Cantelmo, oltre che in presenza, sarà trasmessa in streaming sui canali social della Società Italiana Aerosol (via Facebook https://www.facebook.com/societaitalianadiaerosol e sul canale Youtube https://www.youtube.com/channel/UCXqCrCOGYnPykSzKGRxMvaw

Tale modalità permetterà alle scuole superiori che hanno aderito di seguire l’evento in sicurezza e con la possibilità di porre in tempo reale dei quesiti ai relatori che si alterneranno sul palco.

La sessione inaugurale prevede il saluto delle autorità (Stefano Minerva, presidente della Provincia di Lecce; Carlo Salvemini, sindaco di Lecce; Fabio Pollice, rettore dell’Università del Salento; Vito Bruno, direttore generale Arpa Puglia) e tre keynotes su diversi argomenti di attualità.

La prima keynote (ore 11-11.35, relatrice Cinzia Perrino dell’Istituto sull’Inquinamento Atmosferico, IIA-CNR Roma) riguarda il particolato atmosferico e le sue connessioni con il traffico veicolare urbano e cosa è successo durante il lockdown : “Il PM nel 2020: dai blocchi del traffico al lockdown”.

La seconda (ore 11.35-12.10, relatrice Alessandra Bonazza dell’Istituto di Scienze dell’Atmosfera e del Clima, ISAC-CNR di Bologna) riguarderà l’effetto dell’inquinamento atmosferico sul patrimonio culturale e sui monumenti storici con specifici focus sull’ambiente outdoor: “Inquinamento atmosferico e patrimonio culturale: impatti, metodi di indagine e strategie di conservazione preventiva”.

La terza (12.10-12.45, relatore Vincenzo Campanaro, direttore scientifico di Arpa Puglia, Bari) è focalizzata sulla valutazione e gestione dell’impatto dell’inquinamento atmosferico sulla salute: “Valutazione del Danno Sanitario e procedura di riesame AIA”. Chairman della sessione di lavoro, Maria Rachele Guascito, del Dipartimento di Scienze e Tecnologie Biologiche ed Ambientali dell’Università del Salento.

A presiedere il Convegno sarà Daniele Contini, presidente della Società Italiana Aerosol (IAS).

“Le Giornate di promozione della cultura scientifica” realizzate dalla Provincia di Lecce tornano ad offrire nuove opportunità di approfondimento e di conoscenza di alto livello ai nostri ragazzi, nonostante le difficoltà che stiamo vivendo. Quest’anno si parte con molta cautela e con i tanti vincoli dovuti alla persistenza dell’emergenza Covid-19, ma comunque con intenzioni ambiziose, avendo in serbo una lunga lista di idee e di eventi  dedicati agli studenti salentini da realizzare, come, solo per fare qualche esempio, i convegni internazionali sui Sensori, sull’Intelligenza Artificiale, sui Fasci di Particelle tramite gli acceleratori del CERN di Ginevra, augurandoci che presto sia possibile riunirsi in presenza in gran numero, per coinvolgere in una maniera ancora più diretta migliaia di giovani”, dichiara il presidente della Provincia di Lecce Stefano Minerva. “Basti pensare al successo riscosso dalle quattro edizioni precedenti: sono stati coinvolti 8mila studenti e 33 istituti scolastici, grazie anche alla collaborazione con  docenti e dirigenti scolastici”.

Un tale risultato è stato possibile grazie alla fattiva partecipazione al Progetto da parte di Enti ed Istituzioni locali, regionali e nazionali: l’Università del Salento, gli Istituti del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR), l’Istituto di Fisica Nucleare (INFN), l’Istituto Italiano di Tecnologia (IIT), il Centro Euro Mediterraneo per i Cambiamenti Climatici (CMCC), l’Agenzia Regionale per la Prevenzione e Protezione dell’Ambiente (ARPA), l’Azienda Sanitaria Locale (ASL), il Distretto Tecnologico di Lecce (Dhitech scarl) e  le aziende associate, l’Aeronautica Militare di Galatina, la Scuola di Cavalleria dell’Esercito di Lecce, la Marina Militare di Taranto e Grottaglie, il Laboratorio Diffuso di Ricerca Interdisciplinare Applicato alla Medicina (DREAM) di Lecce, l’Istituto Superiore Formazione Interdisciplinare (ISUFI), l’Istituto di Ricerche Farmacologiche “Mario Negri” di Milano, l’Istituto Superiore per la Protezione e Ricerca Ambientale (ISPRA), la Società Botanica Italiana (SBI), il Centro di Fisica Applicata, Datazione e Diagnostica (CEDAD) di Brindisi, il Centro Ricerche Europeo Tecnologie Design e Materiali (CETMA) di Brindisi, nonché alcune aziende quali la Nicolì spa di Lecce, la Biosud srl di Lecce, la Licofarma srl di Galatina.

Le “Giornate di Promozione della Cultura Scientifica” sono  promosse dal Servizio Edilizia, Programmazione Rete Scolastica e Patrimonio della Provincia di Lecce, diretto da Dario Corsini  e realizzate da Gianni Podo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here