FSI USAE LECCE

0
422

Gravi inadempienze presso centrale operativa del servizio di trasporto secondario

Facendo seguito a precedente ns.nota del 4/11/2018 e del 29/06/2019 di
pari oggetto, a cui il Direttore Medico del P.O.V.Fazzi di Lecce ,aveva
riscontrato in data 13/12/2018 e che in accordo con la Direzione
Strategica di questa ASL aveva dato disposizioni per migliorare
l’organizzazione del lavoro del servizio di trasporto secondario del
servizio Sten e della navetta interna del Presidio Ospedaliero Hub della
Provincia di Lecce.
In piena canicola estiva ed in emergenza del periodo estivo 2019 , in
un periodo in cui occorre assicurare per norma di legge le ferie estive
al personale dipendente, senza che nel frattempo fosse partita una
richiesta di autorizzazione per l’assunzione a tempo determinato di un
numero adeguato di Operatori Tecnici Specializzati –Autisti di Ambulanza
si è ritornati all’origine con una non perfetta organizzazione del
Servizio di trasporto, in particolare una cattiva turnazione H 24, con
cambio turno giornaliero, assegnazione di ferie d’ufficio, oltre a
trasporti secondari che possono determinare il superamento dell’orario
di lavoro senza alcun riposo, e senza il riconoscimento del lavoro
straordinario, nonostante che alcuni servizi di trasporto vengono
affidati a Ditte Esterne .

Inoltre, per opportuna conoscenza, dobbiamo segnalare gravi
inadempienze presso la Palazzina della Centrale Operativa del servizio
di trasporto secondario del servizio Sten e del servizio di navetta
interna del P.O.V.Fazzi di Lecce, che di seguito vi riportiamo per le
procedure da attivare con urgenza:
•      presenza di un inceneritore non utilizzato da circa 30 anni nella
palazzina della Centrale Operativa con grosse dimensioni di amianto al suo interno;
•      N.°2 Ambulanze utilizzate per il trasporto defunti e per il trasporto
di pazienti oncologici senza alcuna procedura o dispositivo di
protezione prevista sia per i pazienti oncologici e per gli operatori
sanitari che effettuano il servizio;
•      I pazienti deceduti presso l’U.O.C. di Malattie Infettive del
P.O.V.Fazzi che potrebbero essere trasportati presso la Camera Mortuaria
attraverso un percorso interno in quanto ubicati nella stessa palazzina,
che vengono trasportati con le suddette ambulanze senza alcuna
successiva disinfezione;
•      Presenza adiacente alla palazzina della Centrale Operativa di Isola
(o Bomba) Ecologia dei rifiuti ospedalieri del P.O.V.Fazzi di Lecce;
•      Presenza di estintori all’interno della palazzina ed all’interno di
ogni ambulanza scaduti da circa 8 anni;
•      N.°2 Ambulanze assegnate al Pronto Soccorso del P.O.V.Fazzi di Lecce
con oltre 600.000 km di percorrenza effettuata;
•      Collegamento fuori norma della ricarica di energia elettrica delle
batterie del vano sanitario delle varie ambulanze;
•      Mancanza di bagni per il personale operante;
A tale fine si segnalano ad ogni buon conto i requisiti minimi a cui
occorre adeguarsi:
– A) REQUISITI STRUTTURALI  Ambienti o spazi-  Presso ogni postazione
devono essere presenti spazi adeguati per garantire la sosta del
personale in attesa del servizio, locale per biancheria pulita, locale
per biancheria sporca, spazio magazzino/farmacia, luogo per il lavaggio
degli automezzi , disinfezione e pulizia dei mezzi. I mezzi di trasporto
operativi devono sostare in luogo dedicato e rapidamente collegato con
la viabilità ordinaria.  – il luogo per il lavaggio può esser sostituito
da apposito contratto con terzi che effettuano tale attività in
conformità con le normative vigenti ;
– B) REQUISITI TECNOLOGICI   Attrezzature  Sede postazione  Sistema
telefonico. Ogni postazione deve essere collegabile telefonicamente su
linea dedicata o riservata con la centrale 118. Sistema radio. Ogni
postazione deve essere dotata di radio fissa canalizzata e collegata al
sistema radio che consenta il collegamento con la centrale. La radio
deve esser dotata di sistema di batterie atto a garantire il
funzionamento per 6 ore in mancanza di alimentazione elettrica.
Si richiede , pertanto, di voler provvedere con urgenza a risanare
l’ambiente della Palazzina della Centrale Operativa del Servizio di
Trasporto o di trovare una nuova collocazione adeguata della suddetta
Struttura.
Per quanto concerne l’orario di lavoro in qualunque settore
professionale, si rifà ad un quadro normativo molto chiaro. Il Decreto
Legislativo 66/2003 con norme immediatamente esigibili sull’orario di
lavoro e sui riposi.
Queste norme, sinteticamente, richiedono il rispetto del limite massimo
di 12 ore e 50′ di lavoro giornaliero. Il rispetto del limite massimo di
48 ore di durata media dell’orario di lavoro settimanale, compreso lo
straordinario, come previsto dall’articolo 4, comma 2 dell’art. 4 del
D.Lgs. 66/2003. E infine il rispetto del limite minimo di 11 ore
continuative di riposo nell’arco di un giorno.
La norma prevede tra le altre cose dei paletti sugli orari di lavoro
dei turnisti con limiti su riposi giornalieri, settimanali e sull’orario
di lavoro settimanale. Una norma pensata sia per garantire il benessere
psico-fisico del lavoratore che per ridurre e prevenire possibili
errori, infortuni o malattie da accumulo di stress lavoro-correlato.
Insomma, garantire il benessere dei lavoratori e la sicurezza di
lavoratori e utenti nel caso del mondo sanitario. Quindi almeno 11 ore
di riposo tra un turno e l’altro, almeno 1 riposo di 24 ore consecutive
ogni 7 giorni, massimo 48 ore di lavoro settimanale “a qualunque titolo
prestate”.
A tal fine si richiede con cortese sollecitudine una perfetta
turnazione dell’orario di lavoro secondo le norme in materia nel
trasporto secondario.
Si precisa, in tal senso che occorre intervenire immediatamente nel
servizio STEN, in quanto non è possibile avere solo tre Autisti di
ambulanza in turno , con relativo turno di pronta disponibilità per il
turno festivo e notturno, oltre allo stress di lavoro correlato a cui
sono sottoposti i suddetti operatori, per cui si propone con urgenza che
gli Autisti di ambulanza addetti al Servizio STEN, siano portati almeno
n.°6 unità di personale per garantire una corretta turnazione ed
eliminazione dei turni di pronta disponibilità, come concordato con la
Direzione Strategica della ASL di Lecce.
Si propone , altresì, un ulteriore turnazione per il servizio di
navetta interno al P.O.V.Fazzi di Lecce.
Pertanto , alla luce di quanto sopra, si richiede con cortese
sollecitudine una soluzione urgente per le gravi inadempienze segnalate
presso la Palazzina della Centrale Operativa del servizio trasporto del
P.O.V.Fazzi di Lecce e relativa richiesta urgente di riorganizzazione
del servizio trasporto secondario –Sten – Servizio Navetta interna per
migliorare l’organizzazione del lavoro  del suddetto Servizio.
Si resta in attesa di un favorevole riscontro, nel contempo si porgono
distinti saluti.

IL SEGRETARIO TERRITORIALE
Francesco Perrone

Speedy Shop Roma

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here