FESTIVAL DEL CINEMA EUROPEO XXII EDIZIONE

0
92

PROGRAMMA DI VENERDÌ  12 NOVEMBRE

 

Anteprima restauro “La famiglia Passaguai” di Aldo Fabrizi Cinema & Realtà “A Sud della musica – La voce libera di Giovanna Marini” di Giandomenico Curi

Anteprima – “Nicola – Cozze, kebab e Coca Cola” di Antonio Palumbo                                                                                  Premio Lux – “Corpus Christi” di Jan Comasa

Commedia Europea

Concorso Ulivo d’Oro

Omaggio a István Szabó

Omaggio a Giovanna Ralli

 

Settima giornata per la XXII edizione del Festival del Cinema Europeo diretto da Alberto La Monica, con la proiezione del restauro de La famiglia Passaguai di Aldo Fabrizi (1951, 97’), portato a nuova luce grazie all’operazione realizzata dalla Cineteca di Bologna e RTI – Mediaset presso il laboratorio L’Immagine Ritrovata. Proiezione in sala 2, alle ore 20.00. A seguire incontro con Giovanna Ralli.

Per la sezione Cinema & Realtà, A Sud della musica – La voce libera di Giovanna Marini di Giandomenico Curi con la collaborazione di Tommaso Faggiano, Fabrizio Lecce, Susanna Cerboni (2019, 82’). Il film racconta il viaggio della compositrice, ricercatrice, interprete e studiosa nel Salento e nella sua musica popolare, da molti considerata d’appendice, che rappresenta invece l’anima di un’Italia sempre più scollata e che fatica a riconoscersi. Le immagini d’archivio dell’Aamod (Archivio Audiovisivo del Movimento Operaio e Democratico) e i racconti degli innumerevoli viaggi di Marini, tra canti di lotta e di lavoro, accompagnano le vicende storiche e politiche dell’Italia del Novecento, tra emigrazione e disuguaglianze; sullo sfondo la voce assordante e solitaria di Pier Paolo Pasolini a pochi giorni dall’efferato omicidio. Proiezione in sala 1, alle ore 21.30. Alla fine Giovanna Marini con il regista Giandomenico Curi conversano con Luciana Castellina.

In anteprima nazionale Nicola – Cozze, kebab e Coca Cola (2020, 84’) in presenza del regista Antonio Palumbo. Il protagonista, un regista a corto di idee, ha una visione del santo patrono della città, San Nicola, che gli chiede di girare un film sulla sua vera storia. Così si mette in viaggio sulle orme del mito attraversando tutti i paesi in cui il santo è venerato. Un viaggio in mezzo a un crogiolo di culture e tradizioni popolari con tutte le loro contraddizioni, che danno vita a una figura sacra che è, al tempo stesso, un modello consumistico. Proiezione in sala 2, alle ore 17.00. A seguire incontro con il regista.

 Per il Premio Lux, Corpus Christi (Boze Cialo, Polonia, Francia 2019, 116’) di Jan Komasa. È la storia del ventenne Daniel, che vive una trasformazione spirituale mentre è recluso in un centro di detenzione giovanile. Il ragazzo vorrebbe farsi prete, ma la sua fedina penale gli preclude questa possibilità. Il suo arrivo in una piccola cittadina darà la possibilità alla comunità di cominciare a riprendersi dopo essere stata colpita da una tragedia. Proiezione in sala 3 alle ore 21.00.

 Per la Commedia Europea The Marriage Escape di Johan Nijenhuis (De Beentjes Van Sint-Hildegard, Olanda, Germania 2020, 103’). Jan è sposato con Gedda da 35 anni. Lei lo ama così tanto da soffocarlo. Nel tentativo di prendersi un po’ di spazio, Jan elabora un bizzarro piano che trasformerà letteralmente il suo matrimonio in una specie di prigione… Proiezione in sala 1, alle ore 19.15. A seguire incontro con il regista.

Prosegue l’omaggio a István Szabó, Protagonista del Cinema Europeo, con la proiezione in sala 1, alle ore 17.00 di La notte dei maghi (1988, 112’). Sul finire della Prima guerra mondiale Il sergente austriaco Schneider scopre di avere doti di ipnotizzatore. Il capitano Nowotny, ex regista di varietà, vuole sfruttare i suoi poteri per degli spettacoli, così lo porta con sé a Vienna. Lì Schneider ottiene un successo sempre maggiore. Giunge poi a Berlino diventando noto come il Profeta.

In sala 5, alle ore 19.15 Dolce Emma, cara Böbe (1991, 78’), Orso d’argento al Festival di Berlino del 1992. Due insegnanti di russo lavorano in una scuola elementare di Budapest. Ma dopo la caduta del regime comunista la lingua russa non è più materia obbligatoria nelle scuole e per poter insegnare Emma e Bobe sono costrette a frequentare dei corsi serali di inglese. La vicenda ci racconta della lotta delle due ragazze per la sopravvivenza e la conservazione della posizione sociale. Proiezione in sala 5, alle ore 19.15.

Continua il Concorso Ulivo d’Oro con Fox in a Hole di Arman T. Riahi (Austria 2020, 103’) in sala 5, alle ore 17.00. Il film, ispirato a una storia vera, racconta del quarantenne Hannes Fuchs, ambizioso insegnante di scuola media alle prese con un nuovo lavoro come docente in una scuola carceraria. Qui ritroverà una creatività sepolta e l’amore per la vita, ricordando anzitutto le ragioni per cui ha scelto di fare l’insegnante. Segue incontro con il regista.

Alle ore 21.00 si prosegue con Otto the Barbarian di Ruxandra Ghiţescu (Romania, Belgio 2020, 110’). Otto, un punk di 17 anni, si ritrova coinvolto nelle indagini dei servizi sociali sulla morte della sua ragazza, che fa ancora parte della sua vita attraverso le registrazioni video che lui monta in continuazione nel tentativo di dare un senso agli eventi. Durante tutto questo processo, Otto dovrà assumersi la propria parte di responsabilità per ciò che è accaduto. Segue incontro con la regista.

 In sala 4, alle ore 19.00, continua l’appuntamento con Festival in Corto.

La XXII edizione del Festival del Cinema Europeo è finanziata da Apulia Film Commission e Regione Puglia – Assessorato alla Cultura e Turismo a valere su risorse di bilancio autonomo della Fondazione AFC e risorse regionali del Piano straordinario “Custodiamo la Cultura in Puglia 2021”, prodotta nell’ambito dell’intervento Apulia Cinefestival Network 2021, ideata e coprodotta dall’Associazione Culturale Art Promotion, con il sostegno del MIC – Ministero della Cultura – Direzione Generale Cinema e Audiovisivo, e del Comune di Lecce.

Il Festival del Cinema Europeo, riconosciuto dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali “manifestazione d’interesse nazionale”, è membro dell’Associazione Festival Italiani di Cinema, si pregia del Patrocinio del Parlamento Europeo e della collaborazione di Centro Sperimentale di Cinematografia, Cineteca di Bologna, S.N.C.C.I., S.N.G.C.I., FIPRESCI, AFIC, Centro Nazionale del Cortometraggio, Università del Salento, ARCI Lecce, Rotary Club Lecce.

Speedy Shop Roma

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here