Fase 2, riapertura graduale il 4 maggio. Conte: «Decisioni omogenee in tutta Italia»

0
150

«La riapertura delle attività produttive potrà essere fissata, ragionevolmente, il 4 maggio». Lo ha affermato il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, al termine della Cabina con le Regioni e gli enti locali sulla “Fase due” che l’Esecutivo sta portando avanti, coadiuvato dalla Task force di esperti e dal Comitato tecnico scientifico. Il contenimento del virus non permette ancora di rinunciare agli obblighi attuali e all’abbassamento della soglia di attenzione: «Continua incessantemente il lavoro del Governo a un programma nazionale che possa consentire una ripresa di buona parte delle attività produttive in condizioni di massima sicurezza, che tenga sempre sotto controllo la curva epidemiologica e la capacità di reazione delle nostre strutture ospedaliere. Anche i rappresentanti dei governi locali hanno espresso adesione al disegno dell’Esecutivo di adottare un piano nazionale contenente linee guida omogenee per tutte le Regioni, in modo da procedere, ragionevolmente il 4 maggio, a una ripresa delle attività produttive attualmente sospese, secondo un programma ben articolato, che contemperi la tutela della salute e le esigenze della produzione. Un piano così strutturato dovrebbe garantirci condizioni di massima sicurezza nei luoghi di lavoro e sui mezzi di trasporto».

Conte ha poi sottolineato la necessità di rafforzare il protocollo di sicurezza nei luoghi di lavoro, già approvato lo scorso mese di marzo, e di continuare sulla strada del potenziamento dello smart working. «Sul fronte delle misure di tutela della salute -ha concluso-, il Governo continua a lavorare per implementare i Covid hospital, l’assistenza territoriale e usare al meglio le applicazioni tecnologiche e i test per riuscire a rendere sempre più efficiente la strategia di prevenzione e di controllo del contagio».

Speedy Shop Roma

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here