DISO, IL PAESE PIU’ PICCOLO CON LA FESTA PIU’ GRANDE

0
237

PRESENTATO A PALAZZO ADORNO A LECCE L’ATTESO EVENTO IN PROGRAMMA DAL 30 APRILE AL 4 MAGGIO

Diso, Comune salentino di circa 1000 abitanti, si prepara a celebrare i suoi Santi Protettori Filippo e Giacomo, con l’evento che lo conferma ancora una volta a livello nazionale come “il paese più piccolo con la festa più grande”.

Organizzata dal Comitato Santi Filippo e Giacomo, con il patrocinio della Provincia di Lecce e dal Comune di Diso, la Festa in onore dei Santi Apostoli Filippo e Giacomo 2018, che partirà il 30 aprile, vedrà il suo culmine il giorno della ricorrenza, il 1° maggio, e proseguirà il 2, 3 e 4 maggio, è stata presentata oggi in una conferenza stampa a Palazzo Adorno, a Lecce.

Sono intervenuti il componente dello staff del presidente della Provincia di Lecce Luciano Marrocco, l’assessore alla Cultura del Comune di Diso Giandomenico Letizia, il componente del Comitato Festa SS Apostoli Filippo e Giacomo Francesco Graasso, il parroco don Adelino Martella e il presidente di PugliArmonica Graziano Cennamo.

Celebrata da più di un secolo, la Festa patronale di Diso, registra ogni anno migliaia di presenze, grazie al ricco programma civile e religioso. A caratterizzarla sono le imponenti luminarie appositamente create dalle ditte incaricate (quest’anno sono tre), ed installate lungo le vie del piccolo centro urbano e lo spettacolo unico, offerto dal festival dei fuochi pirotecnici (5 ditte diverse), che vede in gara le più importanti aziende italiane del settore. Inaugurazione ufficiale il 30 aprile, giorno della vigilia, con l’accensione delle luminarie, alle ore 20; da evidenziare anche, il 1° maggio, ore 9, la tradizionale processione per le vie del Paese, seguita alle ore 10.45 dal festival dei fuochi pirotecnici.

“E’ l’evento che inaugura la bella stagione del Salento”, ha dichiarato l’assessore alla Cultura del Comune di Diso Giandomenico Letizia, “che attrae oltre 30mila visitatori e devoti con un programma che riassume anche quest’anno sia l’aspetto del culto, che quello dei festeggiamenti religiosi. La rilevanza che raggiunge la nostra Festa dimostra con i fatti che si può destagionalizzare il turismo”.

Gli aspetti religiosi (“venerazione dei Santi, ricerca dei sacramenti, catechesi, impegno a rendere accoglienti i luoghi di culto di Diso”) sono stati messi in risalto dal parroco don Adelino Martella, che ha poi sottolineato come sia “una festa che unisce tantissime Comunità”.

  Il 30 aprile, alla vigilia della Festa, inoltre, Diso ha ospitato la terza edizione di “PugliArmonica in festa”, evento promosso dall’Associazione PugliArmonica con il patrocinio di Regione Puglia, Provincia di Lecce e Comune di Diso. Si tratta dell’appuntamento annuale in cui l’associazione PugliArmonica offre un punto di incontro e confronto ai comitati pro-festa patronale di Puglia.

E proprio alla vigilia della festa, il 30 aprile, alle ore 17.30, in piazza Carlo Alberto, si è tenuto il convegno regionale dei Comitati Pro – Festa patronale di Puglia attorno al tema “La festa patronale: occasione di promozione territoriale da tutelare”. In apertura, sono previsti i saluti di don Adelino Martella, parroco della Chiesa dei Santi Filippo e Giacomo Apostoli, di Antonella Carrozzo, sindaco di Diso e di Carmine Console, presidente associazione “Feste patronali di Puglia”. Quindi, interverranno Graziano Cennamo, presidente di PugliArmonica, Gaetano Armenio, (www.patronidipuglia.it), Stefano Minerva, presidente della Provincia di Lecce, Michele Emiliano, presidente della Regione Puglia. Modererà il giornalista Gianpiero Pisanello.

Alle ore 19, la cerimonia di premiazione “PugliArmonica 2019”, il premio che sarà conferito a chi, nel campo dell’imprenditoria, delle istituzioni e del mondo del volontariato, si è distinto per la tutela e la valorizzazione delle feste patronali del territorio regionale. Parteciperà all’evento il Concerto Bandistico Schipa D’Ascoli, Città di Lecce.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here