Copertino, 1 milione di euro per il recupero di Masseria La Tenente

0
103

Un milione di euro al Comune di Copertino per il recupero di “Masseria La Tenente” bene confiscato nel 2014 alla criminalità organizzata. Il finanziamento erogato dalla Regione Puglia permetterà la rifunzionalizzazione della struttura assegnata nei mesi scorsi alla gestione della fondazione “fare oggi” per la restituzione alla comunità con le finalità di agricoltura sociale, sport e percorsi per persone con disabilità.

Soddisfatta si dice il sindaco di Copertino, Sandrina Schito: “Siamo felici per questo finanziamento, per quello che rappresenta, per noi tutti, per la comunità copertinese. L’Amministrazione in continuità con i propositi di sette anni fa – spiega Schito – persegue l’obiettivo di restituire alla comunità i beni confiscati alla criminalità, rifunzionalizzati e rigenerati. Finalmente è il turno di Masseria “La Tenente” e voglio ringraziare per questo traguardo quanti con noi negli anni ci hanno accompagnato nel lungo percorso: Iicittadini, le associazioni, le forze dell’ordine, l’assessorato alla trasparenza, l’ufficio tecnico che ha trasformato l’idea nel progetto candidato in estate, Don Giuseppe Venneri e la fondazione fare oggi che lo gestirà. E poi il Vescovo Don Fernando, per averci creduto. Sono felice per Copertino a cui restituiamo tutti insieme pezzi di nuova vita e nuova luce”.

Il progetto, rivolto soprattutto ai giovani copertinesi, punterà su laboratori di agricoltura sociale per la creazione di orti sociali. Un percorso apprezzato dal presidente dell’assise cittadina Cosimo Lupo e sposato appieno da don Giuseppe Venneri, direttore della Caritas Diocesana Nardò-Gallipoli e presidente della fondazione “Fare Oggi”. “Il finanziamento è frutto di un lavoro di ascolto, confronto, dialogo e corresponsabilità tra amministrazione Comunale e Caritas. Intendiamo realizzare esperienze aggregative che, partendo dalla riscoperta del luogo, portino soprattutto i giovani a vivere il territorio, conoscerlo, rispettarlo, anche attraverso il lavoro, la cultura e la solidarietà. Masseria “La Tenente” – conclude don Giuseppe Venneri – sarà un luogo aperto in cui tutti potranno sperimentare la bellezza di essere comunità”.

Speedy Shop Roma

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here