CHIESA DI SAN PIETRO IN SAMARIA A GALLIPOLI

0
313

CAROLI HOTELS SOSTIENE CAMPAGNA FONDO AMBIENTE ITALIANO PER LA CHIESA DI SAN PIETRO IN SAMARIA A GALLIPOLI

Caroli Hotels sostiene e promuove la campagna per votare la Chiesa di San Pietro in Samaria a Gallipoli promossa da Fondo Ambiente Italiano coinvolgendo gli ospiti delle strutture. E’ la decima edizione del censimento I Luoghi del Cuore, campagna, appunto, di mobilitazione per salvare, valorizzare e proteggere i monumenti di arte o natura del nostro Paese che si protrarrà fino al 15 dicembre prossimo. Ripartire dalla bellezza è lo slancio che serve all’ Italia.

La Chiesa di San Pietro in Samaria, a cupole emisferiche, è databile tra XII e il XIII secolo d.C.. Formata da due ambienti a pianta quadrata, San Pietro dei Samari costituisce l’unico esempio nella provincia di Lecce del fenomeno architettonico delle chiese a cupole in asse presente in Puglia. E’, inoltre, l’unica ad avere le cupole visibili nella loro forma pura, secondo un linguaggio tipicamente mediorientale. La chiesa abbaziale, anche se secondo diversi documenti risulti eretta da monaci basiliani (monaci italo-greci che avevano trovato rifugio nel Salento dalle persecuzioni iconoclaste degli imperatori bizantini), deve la sua fondazione alla politica di ripopolamento delle campagne inaugurata dai Normanni a partire dal X-XI secolo. Sulla cornice dell’avancorpo, aggiunto nel XIX secolo, come abitazione del sacerdote, corre un’iscrizione che attribuisce la fondazione della chiesa a Ugo di Lusingano, condottiero dei Crociati ritornato dalla Palestina nel 1148 e sbarcato a Gallipoli. La stessa iscrizione racconta che il condottiero crociato fondò la chiesa proprio nel punto dove San Pietro sbarcò reduce dalla Samaria. Oltre ad essere un unicum all’interno del patrimonio architettonico salentino, San Pietro è una delle poche chiese di Gallipoli che il Barocco non abbia trasformato. Una vista a questa chiesa è l’occasione per fare una piacevole passeggiata nel Parco Regionale Litorale di Punta Pizzo – Isola di Sant’Andrea.

Questo è il link per votare: https://www.fondoambiente.it/luoghi/chiesa-di-san-pietro-in-samaria?ldc

 

Caroli Hotels rappresenta la tradizione di ospitalità nel Salento dal 1965, quando Attilio Caroli e Gilda Nuzzolese aprono a Santa Maria di Leuca l’Hotel Terminal e poi nel 1976 rilevano il complesso alberghiero Le Sirenuse a Gallipoli, trasformato successivamente in Ecoresort Le Sirenè. Con l’arrivo della terza generazione – Annamaria, Attilio, Gilda e Pierluigi Caputo – sono acquisite nuove strutture: nel 1985 l’ottocentesca Villa La Meridiana a Santa Maria di Leuca; nel 1987 il Joli Park Hotel di Gallipoli; nel 1995 si avvia la ristrutturazione del Bellavista Club sempre a Gallipoli. Alle attività alberghiere la famiglia Caroli – Caputo ha affiancato dal 1995 la commercializzazione di prelibatezze enogastronomiche salentine con il marchio La Dispensa di Caroli, il servizio di Agenzia Viaggi Caroli Turismo e la promozione del Salento attraverso le attività sportive con il brand Caroli Sport. Oggi siamo giunti alla quarta generazione con i pronipoti Mario e Gabriele, i posti letto sono oltre mille e Caroli Hotels s’impegna costantemente nella formazione professionale, nella ricerca di nuovi servizi e iniziative per la promozione del territorio.

Con SVieni a Gallipoli organizza un fitto calendario annuale di eventi in tutto il Salento, che

spaziano dallo sport all’arte, dalla gastronomia alla cultura, dal benessere alla spiritualità. Innovazione e dinamismo, servizi efficienti e accoglienza tagliata su misura, con particolare attenzione alle esigenze della famiglia. Certificati Ecolabel EU, nei Caroli Hotels si utilizzano le tecnologie più innovative legate al campo delle energie alternative rinnovabili e materiali a basso impatto ambientale. http://www.carolihotels.it/companyprofile/carolihotelsitacp.pdf

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here