Carlo Salvemini su Masseria Ghetta dopo la conferenza stampa di Taurino e Trio

0
136

Carlo Salvemini su Masseria Ghetta dopo la conferenza stampa di Taurino e Trio

“È sorprendente che i sindaci di Trepuzzi e Surbo sostengano pubblicamente che la proposta per la realizzazione di un impianto di recupero della frazione organica nella provincia di Lecce – previsto nel PRGRU approvato a dicembre dal Consiglio Regionale – sia di iniziativa privata e non pubblica. Una informazione falsa introdotta nel dibattito pubblico attraverso una conferenza stampa, a supporto della quale tuttavia non viene offerta alcuna indicazione utile per poterla verificare o almeno comprendere a quale privato si riferiscano.

È noto invece – perché previsto dal bando pubblicato dal MITE per finanziare a fondo perduto impianti finalizzati al recupero della FORSU – che il soggetto abilitato a presentare progetti è il cosiddetto “ente di gestione ambito territoriale ottimale operativo” che nella nostra regione rimanda all’AGER. Che ricordiamo ai sindaci di Trepuzzi e Surbo è appunto l’agenzia dei comuni della Puglia che procede per legge all’affidamento della realizzazione e della gestione degli impianti nonché all’affidamento del servizio di spazzamento, raccolta e trasporto dei rifiuti solidi urbani. Quindi pubblica per definizione.

Così come è noto – perché pubblico e trasparente – il protocollo d’intesa siglato tra Regione, ANCI, AGER, Conai per rafforzare le strutture tecniche di progettazione per la gestione dei bandi PNRR. Il progetto che verrà candidato per il finanziamento – e che prevede come localizzazione l’unica proposta pervenuta dal Comune di Lecce, all’esito di un’istruttoria rispettosa dei criteri urbanistici, ambientali, paesaggistici previsti dal PRGRU – verrà quindi presentato al Ministero da AGER che ha proceduto a formale incarico di progettazione già consegnato ed in sede di verifica. E che se finanziato – così come gli altri previsti a Foggia e Molfetta perché presentati da soggetto pubblico – verrà gestito da soggetto pubblico. Nello specifico una newco, partecipata da comuni e Regione, tramite AGER E AQP, la cui costituzione è in dirittura d’arrivo e che costituirà un modello gestionale innovativo a livello nazionale.

Sorprende infine che un modello di gestione del ciclo dei rifiuti – che disegna un modo totalmente pubblico – venga considerato dai sindaci di Trepuzzi e Surbo superato dalla presenza di un impianto privato. Tra l’altro largamente insufficiente ai bisogni della provincia di Lecce.

Conforta verificare, tuttavia, che dopo mesi di polemiche incentrate su evocati disastri ambientali causati dal previsto impianto, oggi si sposti l’attenzione – in modo confuso e superficiale – sulla natura pubblica del progetto. Che allude purtroppo a presunte ambiguità nel percorso finora intrapreso.

Che diversamente da quanto si sostiene è lineare, trasparente, verificabile”.

CARLO SALVEMINI                                                                                           Sindaco di Lecce                                                                                           Delegato Ager

Speedy Shop Roma

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here