“Autodisciplina o si chiude”, il campo Coni sorvegliato speciale. Sopralluogo del sindaco

0
230

La parola chiave è “autodisciplina”. Un ingrediente essenziale per evitare la chiusura del campo Coni, a Lecce, polmone verde della città ma anche, in tempi di coronavirus, possibile luogo di assembramenti, tassativamente vietati dalle normative disposte dal governo per frenare il contagio.

Nelle prime ore del pomeriggio è il sindaco in persona a recarsi sul posto per verificare la situazione, poco dopo raggiunto anche dall’assessore Sergio Signore.

Ci sono bambini che giocano in compagnia dei genitori, persone che fanno jogging o che camminano. Alcuni chiacchierano tra loro. L’atmosfera è leggera, da vacanza, quasi. Esattamente come non dovrebbe essere. Perché non di vacanza si tratta ma di emergenza sanitaria. Quello che ha fatto andare su tutte le furie il sindaco di Bari Antonio Decaro che ha disposto la chiusura di tutti i parchi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here