Assistenti sociali, fumata nera sulla proroga dei contratti

0
66

Salta il sit-in pubblico davanti a Palazzo Carafa, in piazzetta Tito Schipa, ma resta alta l’attenzione sulle 35 lavoratrici dell’Ambito territoriale sociale di Lecce per lo stallo che blocca la proroga e l’iter di stabilizzazione dei loro rapporti di lavoro. Già scaduti 2 contratti al 31 dicembre, altri rischiano di “saltare” a fine gennaio. Ciò provocherebbe un disservizio verso le migliaia di famiglie che si rivolgono ad assistenti sociali, mediatrici ed educatrici dell’Ambito.

Le segreterie territoriali di Fp Cgil, Cisl Fp e Uil Fpl hanno scritto al sindaco di Lecce (Comune capofila) Carlo Salvemini, ed ai sindaci degli altri Comuni che ricadono nell’Ambito, preannunciando il presidio. Per i sindacati non si comprendono i motivi che trattengono ente capofila e organi amministrativi dell’Ambito dal prorogare i contratti in scadenza, come sempre fatto negli ultimi anni. Ancor più incomprensibile, questo stallo, tenendo conto del parere favorevole espresso da Anci e Regione nell’incontro dei giorni scorsi.

“Tale inammissibile vuoto ha già mandato in scadenza due contratti, due lavoratrici hanno perso il loro posto di lavoro: i relativi servizi sono andati in sofferenza o bloccati. Entro la fine di questa settimana altri contratti sono in scadenza e altri a seguire nei mesi seguenti. Risulta inaccettabile, in caso di mancata conferma delle proroghe dei contratti, l’assenza di responsabilità politica nei confronti delle lavoratrici e dei cittadini a rischio di essere privati di servizi essenziali”, dicono i segretari generali provinciali Fiorella Fischetti (Fp Cgil), Fabio Orsini (Cisl Fp) e Antonio Tarantino (Uil Fpl).

E proprio in queste ore, pare che l’Ambito e l’Ente capofila recepiranno i pareri di Anci e Regione e procederanno alla proroga dei contratti. Le organizzazioni sindacali resteranno vigili.

Speedy Shop Roma

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here