AGRICOLTURA

0
382

SLITTANO GLI AIUTI AGLI AGRICOLTORI CON IL DECRETO MILLEPROROGHE

Nuova scadenza fissata a gennaio 2018 per il riordino degli strumenti di gestione del rischio per favorire lo sviluppo di assicurazioni a copertura dei danni alle produzioni e alle strutture. Per L’Abbate (M5S) è tempo di dare delle risposte concrete e chiare

Con l’approvazione del decreto Milleproroghe slittano anche gli aiuti agli agricoltori. Nel decreto approvato con la mozione di fiducia dalla Camera, è stata infatti inserita la proroga di sei mesi al termine per l’adozione dei decreti legislativi previsti dalla legge 154/2016. All’articolo 21 del Collegato Agricolo è previsto il riordino degli strumenti di gestione del rischio. Si rimanda, quindi, l’intervento del Governo a favore dello sviluppo di strumenti assicurativi a copertura dei danni alle produzioni, alle strutture e ai beni strumentali delle aziende agricole. Il termine per l’esercizio della delega è prorogato da luglio 2017 a gennaio 2018.

Ad ogni nuova alluvione o disastro dovute alle avverse condizioni meteo, siamo costretti alla conta dei danni nei campi nonché alla stessa tiriteradichiara il deputato pugliese Giuseppe L’Abbate, capogruppo M5S in Commissione Agricoltura alla CameraI territori colpiti dalle calamità chiedono sostegno e aiuto, il Fondo di Solidarietà Nazionale è vuoto per volontà politica dei governi che si sono succeduti negli ultimi decenni e si è costretti, in casi estremi, a fare decreti in deroga per poter stanziare soldi. Al contempo, si continuano ad invitare gli imprenditori agricoli a stipulare assicurazioni per danni ma poi non si redigono i decreti necessari per il piano di gestione del rischiocontinua L’Abbatecosì come previsto anche dalla risoluzione sul PSRN (Piano di Sviluppo Rurale Nazionale) approvata a Montecitorio. Insomma, come sempre si preferisce il caos a delle risposte chiare e concrete per i nostri agricoltori. Serve giungere quanto prima a decisioni normative in grado di migliorare e potenziare le azioni di sostegno al reddito, anche attraverso l’attivazione dei fondi di mutualizzazione conclude il deputato 5 Stellemirati a coprire i risarcimenti per le perdite causate da avversità atmosferiche, fitopatie ed infestazioni parassitarie, poco appetibili per le compagnie assicurative”.

Speedy Shop Roma

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here