Temperature sotto lo zero, gelate e nuove nevicate in arrivo: disagi sulla Maglie-Otranto

0
312

Temperature sotto lo zero, gelate e nuove nevicate in arrivo: disagi sulla Maglie-Otranto

Prosegue l’allerta meteo nel Salento: dopo l’ennesimo vertice in Prefettura, a Lecce, del Centro coordinamento soccorsi, in cui è emerso il protrarsi delle avverse condizioni meteo, sono stati invitati i Comuni ad allungare la chiusura degli istituti scolastici del territorio fino a mercoledì mattina, previa valutazione della rete viaria e degli eventuali miglioramenti climatici (considerazioni che verranno fatte in maniera più approfondita domani).

Nelle prossime ore sono previste nevicate con accumuli al suolo moderati, gelate e temperature fino a -4 gradi con problemi anche al ghiaccio sulle arterie stradali. Al momento non esistono particolari difficoltà sui tratti provinciali, eccezion fatta per la Maglie-Otranto, liberata dalla neve solo in una porzione centrale della carreggiata e, quindi, sconsigliata agli autisti.

Chi ha affrontato la statale 16, infatti, nel punto in questione, ha dovuto fare i conti con disagi evidenti, manifestati da diversi utenti con lamentele finite sui social.

Altre zone con qualche criticità sono la Maglie-Leuca  e la strada provinciale 367. Restano chiuse al traffico la litoranea Santa Caterina-Sant’Isidoro, la Veglie-Cerfeda Monteruga e, a Lecce, il ponte di viale Japigia. Domani, si svolgerà un sopralluogo su tutto il territorio provinciale con il prefetto, esercito, vigili del fuoco e Coordinamento provinciale di Protezione civile per verificare le condizioni delle varie zone, con particolare attenzione alle popolazioni del Sud Salento, che paiono quelle in maggiore difficoltà.

In arrivo 7 tir da Margherita di Savoia con circa 2100 quintali di sale per far fronte dell’emergenza. Regolare, invece, il traffico ferroviario.

L’invito resta quello di muoversi in macchina solo per assoluta necessità, mentre le istituzioni ringraziano tutte quelle realtà di soccorso, volontariato e assistenza che si sono messe a disposizione per l’emergenza, dalla Protezione civile alla Croce Rossa, passando per la Caritas.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.