Talos Festival a Ruvo di Puglia

0
202

Venerdì 7 settembre prosegue la sezione internazionale del Talos Festival che sino a domenica 9 settembre coinvogerà spazi pubblici, piazze e attrattori culturali di Ruvo di Puglia “città d’arte”. Organizzato dal Comune con il sostegno della Regione Puglia e di altri partner pubblici e privati, con la direzione artistica di Pino e Livio Minafra e il progetto coreografico di Giulio De Leo della Compagnia Menhir, il festival, dopo una ricca anteprima, è entrato nel vivo con quattro giornate dense di concerti, produzioni originali, performance, atelier di creazione, workshop, incontri, master class. Dalle 9:30 nella sede di Bembè Arti Performative e Musicali appuntamento con il workshop di Marimba e vibrafono a cura del musicista austriaco Roland Neffe. Dalle 18 (ingresso libero) nel cortile della Pinacoteca d’arte contemporanea, Sakis Papadimitriou, tra i massimi pianisti avanguardisti di jazz europeo, che sperimenta l’improvvisazione e si accosta molto più alla musica contemporanea che al jazz afroamericano, e la cantante Georgia Sylleou presenteranno lo spettacolo Echi onirici dal Mar Egeo, un viaggio nelle antiche radici greche tra suono e tragedia, rivisitato in una cornice avanguardistica. Il duo musicherà inoltre la coreografia Passionale di Giulio De Leo a cura di Compagnia Menhir, realizzata in collaborazione con il Presidio di Riabilitazione Sant’Agostino di Noicattaro, che vedrà in scena dieci coppie di diversamente abili provenienti da tutta la provincia di Bari. Il percorso è dedicato alla fragilità del gesto e delle relazioni umane. Nel corso della giornata prosegue anche l’atelier di creazione curato dalla danzatrice e coreografa finlandese Sanna Myllylahti, docente presso l’University of Arts di Helsinki. Articolato in due fasi (dal 25 al 30 giugno e dal 3 all’8 Settembre), l’atelier ha coinvolto una ventina di danzatori e danzatrici professionisti provenienti dall’Italia e dall’estero che, sabato 8 settembre alle 18 nel Cortile della Pinacoteca, si esibiranno nella coreografia “In The middle” accompagnati dalla musica del contrabbassista Giorgio Vendola. Dalle 20:30 (ingresso 8 euro) un doppio concerto imperdibile in Piazzetta Le Monache. In apertura Trilok Gurtu, percussionista indiano dallo straordinario virtuosismo e dalla classe assoluta. Nel corso di tutta la sua quarantennale carriera ha attratto un’impressionante serie di artisti di livello mondiale, rimanendo profondamente radicato nella tradizione indiana e sviluppando uno stile e un suono inconfondibili che da metà anni ‘90 lo rendono dominatore delle classifiche di popolarità tra i percussionisti. La serata, introdotta dal giornalista Fabrizio Versienti, si concluderà con The Bulgarian Voices “Angelite”, uno dei più rinomati ensemble di “world music”. Questo coro si è esibito praticamente ovunque, dalla Piazza Rossa di Mosca, alla cerimonia per la consegna del Premio Nobel per la Pace a Stoccolma, al Vaticano di fronte al Papa.

La lunga giornata di sabato 8 Settembre prenderà il via in Piazza Dante alle 17 con Giardini Famigliari, una produzione originale a cura di Compagnia Menhir, in collaborazione con Cooperativa Clad e sistemaGaribaldi, con la coreografia di Giulio De Leo su musiche di Giuliano Di Cesare. Dieci famiglie in diverse formazioni: interi nuclei, duetto (anche tra nonno e nipote), trio e quartetti di madri e figli e la partecipazione della danzatrice Mimma Di Vittorio in duetto con la vita che porta in grembo. Dalle 18 in Pinacoteca sarà protagonista ancora la danza con In The Middle con le coreografie di Sanna Millylahti e la musica del contrabbassista Giorgio Vendola che, a seguire, si esibirà nella presentazione del cd Sincretico, prodotto dall’etichetta salentina Dodicilune, del fisarmonicista Vince Abbracciante affiancato anche da Nando Di Modugno (chitarra) e Alkemia Quartet – Marcello De Francesco e Leo Gadaleta (violino), Alfonso Mastrapasqua (viola) e Giovanni Astorino (violoncello). Dalle 20:30 (ingresso 8 euro) in Piazzetta Le Monache torna, dopo il successo dell’anno scorso, La notte della Banda con Pino Minafra & La Banda e tanti ospiti: Fratelli Mancuso, Nicola Pisani, Cesare Dell’Anna, Gino Semeraro, Giuseppe Oliveto, Emanuele Calvosa, Livio Minafra, Donato Semeraro, Michel Godard, Michele Di Puppo, Vittorino Curci e altri ospiti.

La giornata conclusiva, domenica 9 Settembre, si aprirà alle 11 in Pinacoteca con il convegno “La Banda: un Patrimonio da Salvare” con Pasquale Chieco (Sindaco di Ruvo di Puglia), Monica Filograno (Assessora alla Cultura del Comune di Ruvo di Puglia), Aldo Patruno (Direttore del Dipartimento turismo, economia della cultura e valorizzazione del territorio della Regione Puglia), Pino e Livio Minafra (Direttori artistici Talos Festival), Enzo Marzionne (Promotore della legge regionale sulle bande), Vittorino Curci (poeta e musicista). Dalle 17, sempre in Pinacoteca, il giornalista Ugo Sbisà presenterà il suo volume Puglia, le età del jazz (Adda Editore) con Fabrizio Versienti e Roberto Ottaviano. A seguire concerto finale degli studenti della Master class a cura di Michel Godard e Nicola Pisani che poi suoneranno dalle 19 in Piazza Dante per Arcipelago, produzione originale riservata agli under 30, con coreografia di Giulio De Leo a cura di Compagnia Menhir in collaborazione con Perla Felice onlus. Gran finale in Piazzetta Le Monache dalle 20:30 (ingresso 8 euro) con il concerto dei Fratelli Enzo e Lorenzo Mancuso con la partecipazione di Michel Godard e con il concerto “Ciclopica” della BandAdriatica, ensemble salentino guidato dall’organettista e cantante Claudio Prima – ampliato per l’occasione da Giovanni Chirico (sax), Luca Ferro (tromba), Lorenzo Lorenzoni (trombone) e Dino Donateo (tuba) – che presenterà, tra gli altri, i brani del nuovo disco Odissea, prodotto da Finisterrae e sostenuto da Puglia Sounds Record 2018.

Talos Festival 2018 è organizzato dal Comune di Ruvo di Puglia in Ats pubblico/privata con associazione culturale Terra Gialla, compagnia di danza contemporanea Menhir, Conservatorio di Musica Niccolò Piccinni di Bari e Cooperativa Doc Servizi, finanziato dalla Regione Puglia nell’ambito dell’Avviso pubblico per lo Spettacolo e le Attività culturali FSC 2014-2020 – Patto per la Puglia, con il patrocinio e il sostegno di Camera di Commercio di Bari e Parco Nazionale dell’Alta Murgia in collaborazione con Confcommercio Ascom di Ruvo di Puglia, Orchestra Sinfonica della Città Metropolitana di Bari, Proloco di Ruvo di Puglia, Tipografia De Biase, Talos Viaggi, Hotel Pineta, Panificio Cascione, Acqua Orsini, Azienda Agricola Mazzone, Arte e Musica Matera e con il supporto di Itel Telecomunicazioni, Supermercati Dok, Cagnetta ed Eurocoop.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.