SUD EST INDIPENDENTE

0
393

IL SUD EST INDIPENDENTE SBARCA A SAN CATALDO A FINE LUGLIO

Dopo aver girovagato per il Salento (Otranto, Gallipoli, Torre Regina Giovanna, Lecce, Torre dell’Orso, Masseria Torcito e altre location) approda aSan Cataldo di Lecce la nona edizione del Sud Est Indipendente,festival nato nel 2006 dall’esperienza accumulata negli anni dalla Cooperativa CoolClub e che ha portato nel Salento le sonorità più interessanti della musica italiana e internazionale. Dal 24 al 26 luglio la marina leccese ospiterà tre giornate ricche di musica, incontri e presentazioni di libri, showcase, attività sportive e per bambini.

In attesa del programma definitivo delle attività queste sono alcune anticipazioni della tre giorni di concerti che spazierano dal rock al punk, dall’indie all’elettronica. Dalle 22.30 (ingresso concerti 10 euro – abbonamento tre serate 20 euro – offerte speciali su MusicRaiser) nell’Ostello del Sole si alterneranno sul palco numerosi gruppi italiani e internazionali. Si parte venerdì 24 luglio con Is Tropical, band londinese attiva dal 2009 che indaga le sonorità della musica elettronica contemporanea, e Populous, ovvero Andrea Mangia, musicista e producer nato e cresciuto in Salento. Ospiti principali della serata di sabato 25 lugliosaranno gli Sham 69, leggendaria band street punk formata in Inghilterra nel 1975 dal chitarrista Neil Harris. Prima di loro sul palco Giuda, band romana conosciuta e apprezzata anche negli Stati Uniti; Bistouries con una miscela di british punk ‘77, power pop americano, mod revival e jangle guitar pop; Moustache Prawn, trio rock pugliese.

Domenica 26 luglio ultima serata in collaborazione con l’etichetta salentina La Rivolta Records con alcuni gruppi dell’etichetta salentina (I Misteri del Sonno, Nu-Shu, Playontape, Teenage Riot) e la partecipazione dei Fast Animals and Slow Kids, band di Perugia che ha conquistato il pubblico italiano con un’intensa attività live. Il festival vivrà anche durante il giorno con attività sportive, showcase e presentazioni di libri. Nei giorni del festival sarà possibile campeggiare grazie ad una speciale convenzione con la cooperativa che gestisce la struttura immersa nella pineta a pochi passi dal mare (info e prenotazioni seifestival@gmail.com– 0832303707).

Fin dalla sua nascita, nel 2006, il SEI ha dichiarato la sua vocazione a scegliere gruppi e progetti eterogenei, a trasformarsi di volta in volta allargando l’orizzonte delle proprie proposte per offrire al proprio pubblico una panoramica ampia e variegata della musica pescando nei diversi generi che vanno dal punk al cantautorato, dal rock allo ska, dal folk ai ritmi in levare. Nelle diverse location salentine che hanno ospitato il festival, si sono alternati artisti come Kings of Convenience, Jon Spencer Blues Explosion, Cat Power, Baustelle, Gogol Bordello, Bugo, Skatalites, Verdena, Daniele Silvestri, Tre Allegri Ragazzi Morti, Vallanzaska, Teatro degli Orrori, One Dimensional Man, Mannarino, Avion Travel, Negrita, Calibro 35, Brunori Sas, Amor Fou, Lombroso, Dellera e molte altre realtà italiane e pugliesi come Crifiu, Mascarimirì, Mery Fiore, Sofia Brunetta, La Gente, Una.

L’edizione 2015 avrà anche due ospiti speciali: mercoledì 5 agosto a Melpignano, come anteprima delSo What Festival, torna il cantautore romano Mannarino. Sabato 15 agosto a Torre Regina Giovanna, in collaborazione con Cube Comunicazione, Urem, TTevents e Molly Arts, appuntamento con i Subsonicae il dj set di Congorock.

Il Festival – che fa parte della Rete dei Festival Puglia Sounds Musiche del Salento – è ideato, organizzato e promosso da Coolclub in collaborazione con Comune di Lecce, Officine della Musica, Officine Cantelmo, Surfin’ Salento, Lido York, Rivolta Records, WhiteZoo Records, Molly Arts, Uasc, Culturista Bibliolab, Fermenti Lattici, Monteco, Archistart, ShotAlive e altri partner privati.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.