Sparpaiati festival, a Lequile la narrazione di Giorgia Salicandro e la musica di Manu Funk

0
168

 Al via un altro degli appuntamenti di “Sparpaiati festival”. Venerdì 7 agosto, l’artista salentino Manu Funk si esibirà a Lequile assieme ai partecipanti che hanno seguito, nei giorni scorsi, le sue lezioni.

A partire dalle 21, assieme a Edo Zimba (tamburello e voce), Giuseppe Anglano (fisarmonica e voce) e a Serena D’Amato e altre ballerine, ci sarà una serata all’insegna delle “note” d’estate.

Dopo i saluti del sindaco Vincenzo Carlà e degli operatori Arci, a inaugurare l’iniziativa (gratuita e aperta al pubblica) sarà la presentazione del libro di Giorgia Salicandro. La giornalista freelance parlerà del suo ultimo lavoro editoriale intitolato “I nuovi salentini. Storie di chi è arrivato nel Tacco d’Italia”. Nelle pagine, introdotte dalla prefazione di Leonardo Palmisano, le straordinarie (ma quotidiane) storie di chi ha lasciato la propria vita per inseguire un amore al Sud, o un lavoro, o semplicemente un sogno salutando l’Africa.

BIOGRAFIA DI MANU FUNK

Manu Funk nasce a Lecce nel 1985 e fin da piccolo dimostra una spiccata attitudine verso l’universo della musica nel senso più ampio del termine. Il regalo per il suo primo compleanno è una chitarra. Figlio d’arte, comincia a 6 anni lo studio della chitarra con il padre, il maestro Gianni Pagliara. Incoraggiato dalla famiglia e avendo già una adeguata base musicale, all’età di 12 anni intraprende gli studi classici presso il conservatorio “Tito Schipa” di Lecce nella classe di viola.

Nel dicembre del 2008 comincia la nuova avventura come chitarrista di Roy Paci&Aretuska. Grazie a loro calca i palchi dei più grandi festival in Italia, come nel mondo (Brasile, Stati Uniti, Spagna, Olanda, Germania, Francia, Norvegia, Grecia, Austria, Usa). Durante la sua carriera ha la fortuna di suonare con artisti di grande calibro tra cui Fiorella Mannoia, Tonino Carotone, Frankie Hi-Energy, Niccolò Fabi, Daniele Silvestri, Teresa de Sio, Negrita, Aprés La Classe, Bunna, Albrosie, dj Gruff, Valerio Jovine, Roberto Angelini, Nitto, Emma Marrone, NegramaroManu Chao e Boomdabash ( con i quali registra le chitarre dell’album “Sperhereos” e del singolo “L’importante”).

Nel novembre 2009 dà vita al progetto “Bundamove”. Nel 2020 fonda la “Funkeria records” che nasce come casa di produzione ed etichetta indipendente e, contemporaneamente, dà il via al suo progetto solista nelle vesti di cantautore electro/funk con sfumature indie, con lo pseudonimo di “Manu funk” che lo ha accompagnato nei suoi ultimi anni da musicista.

BIOGRAFIA DI GIORGIA SALICANDRO

Giorgia Salicandro vive a Lecce. Giornalista freelance, collabora con diverse testate locali e nazionali occupandosi di fenomeni sociali, letteratura, musica, teatro, cinema. È redattrice del Rapporto italiani nel mondo della Fondazione Migrantes. Per l’edizione 2017 ha realizzato lo studio Socialità e cultura “tra i fornelli”: la “ricetta” della nuova Puglia nel mondo, per quella 2019 ha approfondito il tema della musica in Goodbye Italia. Cantare l’emigrazione italiana negli anni Duemila. Temi, immagini, voci. Firma la rubrica “Casa. L’Italia da lontano” sulla rivista online BlogFoolk, dedicata alle canzoni dell’emigrazione italiana del terzo millennio.

Ha realizzato un’inchiesta sulla giovane emigrazione italiana pubblicata su Nuovo Quotidiano di Puglia nella rubrica “I nostri ragazzi nel mondo”, successivamente raccolta nel libro Torno quando voglio. Storie di salentini all’estero, oggi, Milella 2016. Per questo lavoro ha ricevuto nel 2017 il Premio giornalistico Antonio Maglio. Tra 2016 e 2017 ha tenuto la rubrica “Il mondo nel Salento” su Nuovo Quotidiano di Puglia, i cui testi sono confluiti nel libro I nuovi salentini insieme ad altri inediti.

Nell’estate 2016 ha realizzato, con il fotografo Daniele Coricciati, un reportage narrativo sulle tracce di Pier Vittorio Tondelli nel Salento pubblicato sul blog letterario Nazione Indiana con il patrocinio del Comune di Correggio e dell’Università del Salento. Nel 2019 ha curato il progetto Bach is Back, rassegna musicale transadriatica ideata da Redi Hasa. Cura la comunicazione di progetti artistici, culturali, sociali e d’impresa, occupandosi di rapporti con la stampa, social media, storytelling.

Info e prenotazioni all’indirizzo: eventi@arcilecce.com o al numero: 3334195267.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.