Sicurezza stabilimenti balneari

0
285

Ordinanza della Capitaneria: un defibrillatore in tutti gli stabilimenti balneari. Quest’anno largo alla sicurezza sulle nostre spiagge «gettonate» con largo anticipo.

capgallipoli

Le vacanze sul mare del Salento si allineano  agli standard di sicurezza dei lidi romagnoli. Quest’anno in tutti  gli stabilimenti dell’intera provincia di Lecce è obbligatorio un corposo elenco di presìdi per la sicurezza dei bagnanti. La «novità»  è contenuta nell’ordinanza della Capitaneria di porto di Gallipoli emessa il 13 marzo scorso a firma del comandante Attilio Daconto.

Tutti gli stabilimenti balneari devono garantire agli utenti la presenza di un defibrillatore semiautomatico, tavole spinali, stecco-bende, collari, 2 bombole di ossigeno, pallone di  Ambu, mascherine, oltre alle cassette antinfortunistiche.  «Un’attrezzatura completa quasi come un’ambulanza», commenta il dottore Maurizio Scardia, direttore della centrale operativa del 118.

La sicurezza negli stabilimenti balneari è il frutto della riunione indetta a Gallipoli dal comandante Daconto, che ha convocato il presidente di Federbalneari, Mauro Della Valle  e i rappresentanti di Confcommmercio e Confindustria.

«Inizialmente hanno mugugnato un po’ – riferisce il dottore Scardia – poi però tutti  hanno compreso che la sicurezza è importante, anche per promuovere l’immagine del loro stabilimento. La presenza di queste attrezzatura conferisce alla struttura delle vacanze maggiore tranquillità e affidabilità. Soprattutto – spiega – per i cardiopatici  e per le persone anziane, che in questo modo ci vanno più volentieri perché, pensano “se dovessi sentirmi male c’è qualcuno che mi soccorre”».

Gli operatori degli stabilimenti hanno fatto un corso per conseguire l’abilitazione all’uso del defibrillatore.  «Abbiamo abilitato già circa 200 bagnini», fa sapere il direttore dei corsi Scardia, orgoglioso perché, probabilmente, in Puglia la Asl di Lecce è l’unica.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.