SCORRANO “CAPITALE MONDIALE DELLE LUMINARIE” FESTEGGIA LA SUA SANTA PROTETTRICE

0
590

GIOVEDI’ 9 LUGLIO GRAN FINALE DELLA FESTA DI SANTA DOMENICA CON LE ULTIME ACCENSIONI MUSICALI, FUOCHI D’ARTIFICIO E IL CONCERTO DI ANTONIO MAGGIO.

SCORRANO_ACCENSIONE LUMINARIE (1)  Giovedì 9 Luglio, a partire dalle 21, ultimo appuntamento con lo spettacolo delle accensioni musicali .Nel centro storico, trionfo di sapori, piatti tipici, pasticciotti e musica con la rassegna “M’Illumino di gusto”, novità della festa e già un successo .Alle 22.30, concerto del cantautore salentino ANTONIO MAGGIO .E a mezzanotte gran finale con la “fantasia pirotecnica” a cura delle ditte Mega.

GIOVEDI’ 9 Luglio, a Scorrano si chiudono i festeggiamenti in onore di Santa Domenica. Ultima occasione, dunque, per ammirare le spettacolari accensioni musicali delle luminarie, a partire dalle ore 21. marianolight_3Uno spettacolo suggestivo per gli occhi di migliaia di visitatori e turisti, che anche quest’anno si ritrovano col naso all’insù ai piedi delle incredibili architetture di luce realizzate dalle ditte salentine “Mariano”, “Marianolight”, “De Cagna” e “Santoro”.

Le lampadine e i led al lavoro per la festa quest’anno sfiorano la cifra di due milioni, utilizzate con sapienza per modellare gli addobbi e ricreare i volumi, accendersi e spegnersi a ritmo di musica e fuochi, per dare vita a uno degli show più emozionanti al mondo.

Diversi i temi scelti dai maestri “paratori” salentini per le loro installazioni. Un sogno in musica per la ditta “Mariano”, di Massimo Mariano, che ha scelto di rappresentare l’amore con il suo “Giardino di Cupido”, installazione che illumina la piazza centrale di cuori pulsanti di luci e colori, un intreccio di lampadine ricamate in perfette armonie e abbracciate dalla sapienza del legno. “Marianolight”, di Lucio Mariano, propone invece un percorso nelle antiche architetture, dai Dolmen alla Piramide dei Maya, concludendo la sua galleria di luci con due spettacolari torri rotanti che raggiungono l’altezza di 25 metri.

E ancora, la storica ditta “De Cagna” s’ispira al mito di Icaro per realizzare un’opera luminosa slanciata nelle forme e raffinata negli accostamenti cromatici, studiata per richiamare l’energia e il coraggio del gesto di Icaro chm'illumino di gustoe incantato dalla bellezza del cielo terso e dall’immenso spazio celeste osò avvicinarsi a Dio, elevandosi sempre più in alto: nel primo tratto dell’allestimento, un susseguirsi di cinque archi sorretti da sottili colonne creano un particolare gioco prospettico dato dall’effetto a scalare degli archi verso il basso in contrasto alle colonne che svettano nel cielo e raggiungono un’altezza massima di 32 metri. L’intera realizzazione si è aggiudicata il 1° Premio “Calle Illuminada” a Valencia, in Spagna. Consta di ben 500mila lampadine a led di nuova generazione per un consumo totale di appena 90Kw.

La ditta “Santoro”, infine, s’ispira al dna, alla scienza e al valore della vita con la sua opera dalla caratteristica forma “a elica”, realizzata con circa 400mila led, oltre a centinaia di stringhe di microlampade e flash.

Alle 22.30, nella piazza centrale, si terrà l’atteso concerto del cantautore salentino Antonio Maggio, vincitore nella sezione Nuove Proposte della 63ma edizione del Festival di Sanremo con il brano “Mi piacerebbe sapere”. In scaletta i brani del suo ultimo disco “L’equazione”, a metà tra swing e canzone d’autore.

A mezzanotte, gran finale, con la “fantasia pirotecnica” a cura delle ditte Angelo Mega e Mega Francesco da Scorrano.

Evento nell’evento, la rassegna delle eccellenze agroalimentari “M’Illumino di gusto” allestita per la prima volta nel centro storico di Scorrano dall’agenzia Eventi Marketing & Communication. Una “scommessa vinta” per il Comune e il comitato feste scorranese, che sottolineano lo straordinario successo già registrato dall’iniziativa e gli apprezzamenti da parte di visitatori e turisti che in questi giorni hanno preso letteralmente d’assalto gli stand della manifestazione. La ragione è semplice: piatti e specialità salentine sono preparate “in diretta” dagli chef e maestri delle Associazioni di cuochi, pasticceri e pizzaioli salentini. I percorsi enogastronomici sono pensati per offrire un pasto completo, dal primo al dolce, rigorosamente basato su prodotti freschi e genuini “a chilometro zero”.                   Si può scegliere tra primi piatti (come orecchiette o lasagne con gamberi rossi di Gallipoli e pesto), secondi a base di carne alla brace, frise, frittate, “pitte” di patate, verdure di stagione, oppure la pizza cotta in forno a pietra e preparata dai maestri salentini dell’associazione Apisa. Il tutto da gustare in abbinamento ai migliori vini salentini. Tappa imperdibile, il laboratorio artigianale di pasticceria per assistere alla preparazione “in diretta” dei “pasticciotti” e degustarli in tutta la loro fragranza, appena sfornati. Ricco l’elenco degli espositori che affiancano le associazioni: La Giara (calzoni tradizionali e alla pizzaiola); azienda Agricola Liuzzi (Zampina di cinghiale, presidio Slow Food); Brace Mobile (bombette); Keys (friselleria e pestati alla frutta); Antonio Flora (norcineria); Cibare Puglia (porchetta romana e pane di Altamura); Ciarlariello Dolciumi; associazione Le Rene (“Cazzateddhra” di Surbo e pittule); Uccera Craft (birra cruda artigianale);  I canapai (prodotti alimentari a base di Canapa) e Forno Danieli (prodotti da forno pugliesi). Non mancano spazi dedicati all’artigianato artistico di qualità con Salvino de Donatis (ceramiche di Cutrofiano); Alessio Mirenda (ceramiche); Marigrazia Strafella (maioliche artistiche); Luigi Martina (scalpellista e ceramista) e Massimo Miglietta (pietra leccese).

Gli stand e i percorsi di “M’illumino di gusto” sono aperti fino a tarda sera e ospitano anche musica live: giovedì 9 Luglio, alle 21.30, si esibirà la pianista e compositrice salentina Carla Petrachi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.