Sciopero dei metalmeccanici: elevata l’adesione

0
239

Sciopero dei metalmeccanici: elevata l’adesione

Continua la lotta dei metalmeccanici per chiedere lo sblocco della trattativa per il contratto nazionale di lavoro ed è stata ancora una volta molto ampia l’adesione dei  lavoratori allo sciopero degli straordinari e della flessibilità nella giornata di oggi, nell’ambito del programma di iniziative proclamate da Fim, Fiom e Uilm. A tracciare un bilancio è il segretario nazionale Fim Cisl, Nicola Alberta.

La risposta delle lavoratrici e dei lavoratori in tutte le realtà del Paese, con una media del 90 per cento di adesione, tra queste le realtà dell’indotto Eni di Livorno, la General Electric, la Skf e la Tenaris della Toscana, la Fincantieri di Riva Trigoso, l’Ilva e la Leonardo di Genova, e la Lamex e la Airnox e altre realtà della Liguria, la Abb di Frosinone, la Leonardo Helicopter di Anagni, la Whirlpool di Varese, l’Alca Industrie di Lecce, l’Avio e l’Alenia a Taranto e in Puglia, la Dana Arco di Rovereto e la Sandisk, la Meccanica Cainelli del Trentino, la Alstom di Cuneo, la Luvata in Friuli Venezia Giulia.

I sindacati Fim, Fiom, Uilm hanno deciso il blocco degli straordinari e delle flessibilità e 4 ore di sciopero a livello territoriale con manifestazioni che si stanno tenendo in tutta Italia, tra cui quella molto partecipata tenuta ieri a Brescia con la presenza dei Segretari Generali di Fim, Fiom, Uilm, Marco Bentivogli, Maurizio Landini, Rocco Palombella, inconcomitanza dell’Assemblea generale di Federmeccanica.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.