Salvini: No a un governo a tempo

0
273
Il leader della Lega Matteo Salvini a piedi dopo le consultazioni con il presidente della Repubblica Sergio Mattarella al Quirinale, Roma, 05 aprile 2018. ANSA/MASSIMO PERCOSSI

Berlusconi: “Il premier alla Lega”

Il segretario del Carroccio parla di un esecutivo guidato dal centrodestra ma aperto al M5s e avverte: “In Parlamento solo se abbiamo numeri certi”

Matteo Salvini vuole un governo del centrodestra che coinvolga anche il M5s, dice che andrà in Parlamento “solo con numeri certi” e che farà di tutto “per dare al Paese un esecutivo che duri cinque anni”. Questo quanto il segretario leghista ha detto dopo il confronto con Sergio Mattarella. Poco prima  Berlusconi aveva auspicato un governo “senza populismi” guidato da un premier leghista, mentre il Partito Democratico aveva detto: “Noi restiamo fuori”.

“Continuerò a incontrare tutti dalla prossima settimana, partendo dall’alleanza di centrodestra, che abbiamo ribadito che è unitaria. Andiamo in Parlamento se ci sono numeri certi – ha detto il leader della Lega, Matteo Salvini, al termine del colloquio con il presidente della Repubblica Sergio Mattarella al Quirinale – Noi non abbiamo detto ‘no’ a nessuno, lavoriamo a smussare gli angoli che altri, a parole, non vogliono smussare, cercando di esercitare la responsabilità che la Lega ha esercitato per l’elezioni dei presidenti delle Camere, facendo passi di lato e facendo rinunce. Se ognuno rimane sulla proprie impuntature i governi non si fanno”.

A margine dell’incontro con Sergio Mattarella, Matteo Salvini esorta il Movimento 5 Stelle a cambiare linea: “Speriamo che gli altri la smettano di dire dei no e inizino a dire dei sì come fa la Lega da tempo”.

“Faremo di tutto per dare un governo che duri 5 anni ovviamente partendo dal centrodestra coinvolgendo il Movimento 5 Stelle, senza altre soluzioni temporanee e improvvisate, vediamo se si riesce a trovare una quadra”.

“Non lavoriamo a governi a tempo ma a un governo che duri. Non vogliamo esecutivi improvvisati, ma che durino almeno cinque anni, molti sono venuti qua a dire dei no, noi siamo venuti a dire di sì”. E ha aggiunto: “Abbiamo ricordato a Mattarella che, più che posti e ruoli, ci interessano i programmi sui temi, come la riforma delle pensioni, il lavoro, la riforma fiscale”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.