Riunione Prefettura su accorpamento sale operatorie

0
240

L’accorpamento delle sale operatorie continua. Il prefetto ha fissato un altro incontro a fine mese per le verifiche.

L’incontro in Prefettura, chiesto dalle organizzazioni sindacali per ripristinare l’organizzazione del lavoro nelle sale operatorie del “Vito Fazzi”, accorpate dal 15 luglio scorso da una disposizione del direttore generale della Asl, è servito a chiarire le posizioni.

assemblea accorpamento 800

Da una parte le sigle sindacali, in rappresentanza degli infermieri strumentisti, Fials, Uil-Fpl e Fsi che hanno sottolineato le precarie condizioni di igiene e sicurezza in cui si sta operando anche in questi giorni.

Dall’altra il direttore Giovanni Gorgoni che ha ribadito al prefetto Claudio Palomba di non essere disponibile a ritirare l’«accorpamento», ma di voler andare avanti almeno fino al 15 settembre; una fase che il manager ha definito “sperimentale”, nel corso della quale si raccoglieranno dei dati (per suffragare il modello di razionalizzazione delle risorse alla base dell’accorpamento).

Da parte loro i sindacalisti hanno chiesto a gran voce che sarebbe opportuno che il 1° settembre vengano ripristinati gli interventi chirurgici nei 2 blocchi operatori. Per poi iniziare un confronto per una nuova organizzazione del lavoro in tutte le sale operatorie di tutti gli ospedali della Asl.

I sindacati mirano a far revocare l’attività su 5 sale operatorie, su un unico piano e distribuire invece gli interventi su 10 sale perché, hanno spiegato, «è molto più lineare e garantisce a tutto il personale e a tutti i tipi di intervento una corretta gestione della funzionalità operatoria».

Di fronte alla difficoltà di trovare un punto di incontro e vista la posizione più radicale di qualche sigla sindacale che ha ribadito di “tollerare” l’accorpamento soltanto fino al 1° settembre, e dopo «ciascuna della parti si sarebbe regolata di conseguenza», il prefetto Palomba ha invitato i vertici della Asl e i sindacati a un ulteriore incontro, fissato per il 31 agosto, quando si vedrà se ci saranno le condizioni per dare inizio a una nuova organizzazione del lavoro sui gruppi operatori.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.