Regione Puglia BORRACCINO

0
52

Prosegue lo sforzo e l’impegno della Regione per salvare la Marcegaglia Buildtech di Taranto

Una nota dell’assessore Mino Borraccino: “Dopo la riunione del 9 ottobre scorso, è proseguito oggi, presso la Presidenza della Regione, il confronto su Marcegaglia Buildtech, al quale ho partecipato in qualità di Assessore regionale  allo Sviluppo economico. Erano presenti molti lavoratori, rappresentanti delle  organizzazioni Sindacali di categoria, il Presidente del Comitato Monitoraggio SEPAC e i Rappresentanti dell’azienda.

Nel corso della precedente riunione,  avevo manifestato l’impegno della Regione a mettere a disposizione risorse finanziarie e altri strumenti diretti a sostenere reali piani di reindustrializzazione e avevo invitato l’azienda a comunicare questa opportunità agli eventuali soggetti interessati a rivitalizzare l’insediamento produttivo.

A sua volta, il Presidente del Comitato Monitoraggio SEPAC aveva sottolineato l’importanza dell’ impegno assunto dall’azienda di proseguire nell’attività di ricerca di soggetti imprenditoriali interessati a rilevare l’attività produttiva. Aveva anche comunicato che altri  potenziali  investitori  avevano contattato direttamente il Comitato Monitoraggio SEPAC e per questo proponeva di far assumere alla Regione Puglia il ruolo di mediatore tra Marcegaglia Buildtech e i soggetti interessati alla reindustrializzazione.

Nel corso della riunione di oggi, si è preso atto che le aziende che si erano approcciate all’acquisto dei capannoni e a rilevare l’attività non hanno dato seguito alle intenzioni manifestate.

Conseguentemente, dato che gli ammortizzatori sociali scadono a marzo 2019, è stato assunto l’impegno comune di spostare il tavolo a Roma, al Ministero del Lavoro, per provare a modificare la legge riguardante gli ammortizzatori in deroga; si è deciso altresì che il tavolo romano vedrà una partecipazione tecnica ristretta all’essenziale e avrà riunioni più frequenti.

La Regione ha ribadito la propria disponibilità sia ad accompagnare l’eventuale investitore con le agevolazioni ordinarie messe in campo in casi del genere, accordi di programma, Titolo II, ecc., sia a mettere a disposizione risorse finanziarie per un ulteriore anno di ammortizzatori in deroga.

La scelta strategica da tutti condivisa è quella della reindustrializzazione della fabbrica, anche contando sul riavvio dell’ILVA, che alimenterà ulteriori opportunità di investimento e di lavoro.

L’impegno della Regione resta quello di rivitalizzare la fabbrica e di difendere i posti di lavoro”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.