QUESTURA DI LECCE

0
298

LITIGANO ALL’INTERNO DEL SERT. DENUNCIATI DUE STRANIERI.

Nella tarda mattinata di ieri, due cittadini stranieri, un montenegrino ed un marocchino, hanno litigato per futili motivi e, mentre il montenegrino, sferrando un pugno contro l’altro, gli procurava una ferita lieve sulla fronte, quest’ultimo lo inseguiva con una forbice. I due sono stati immediatamente fermati dalle volanti che hanno proceduto ad indagare in stato di libertà il cittadino 39enne marocchino  per porto abusivo di oggetto atto ad offendere ed il montenegrino37enne per lesioni lievi.

BANDA DI GEORGIANI DEDITI AI FURTI IN APPARTAMENTO INDIVIDUATA DALLA POLIZIA DI STATO. TRE ARRESTI

janelidze_gogita

 mamporia_mamukagachechiladze_vazha

Nella tarda mattinata di ieri, una volante è intervenuta in un condominio della zona Mazzini, dove un cittadino aveva segnalato la presenza di tre individui sospetti. Appena arrivati gli agenti hanno subito notato tre uomini correre verso l’ultimo piano del predetto condominio. Inutile il tentativo di fuga della banda e provvidenziale la circostanza che la porta di accesso al solaio fosse chiusa a chiave. I tre si sono sentiti braccati e senza possibilità di fuga.

foto attrezzi da scasso

22

11 (2)
Gli agenti, tornati nell’appartamento dove erano stati visti armeggiare i tre, hanno notato che la serratura era apparentemente intatta, tuttavia, inserendo un ferro nel nottolino, questo risultava sganciato. Effettivamente, nell’ingresso erano stati abbandonati dei grimaldelli, già sequestrati dalla Polizia in occasione di arresti per furto attuati da altri georgiani. La tecnica dei professionisti del furto, sempre la stessa; questi delicati grimaldelli consentono di aprire anche porte blindate senza lasciare segni di effrazione. Il bottino, ancora da quantificare, a detta del proprietario dovrebbe consistere in oggetti d’argenteria, ma non è stato ancora ritrovato. E’ quindi probabile l’esistenza di un quarto complice. I tre georgiani, Janelidze Gogita dell’82, Mamporia Mamuka del’78 e Gachechiladze Vazha dell’88, già noti per la commissione di tale reato, anche in altre province, sono stati tratti in arresto e condotti presso la locale casa circondariale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.