Pug e carenza dei parcheggi: Rotundo e Giordano interpellano il sindaco Perrone

0
251

Pug e carenza dei parcheggi: Rotundo e Giordano interpellano il sindaco Perrone

Pug e carenza parcheggi sono due questioni, portate all’attenzione dell’amministrazione comunale, rispettivamente dai consiglieri Antonio Rotundo e Michele Giordano.

Il primo interviene sull’imminente avvio del nuovo piano urbanistico generale. Rotundo evidenzia come l’iter di approvazione dello strumento urbanistico preveda che dopo l’adozione del consiglio comunale il Pug venga pubblicato per 60 giorni, durante i quali i cittadini possono presentare osservazioni su cui nei successivi 60 giorni il consiglio comunale si pronunci, accogliendole o meno con decisione motivata.

Rotundo sottolinea il rischio di vedere un incrocio tra la fase della presentazione delle osservazioni e la campagna elettorale: “Aldilà del merito e dei contenuti del nuovo Pug – afferma – ci sono quindi ragioni di opportunità politica che richiedono una attenta valutazione da parte del Sindaco sulla scelta dei tempi al fine di prevenire pratiche distorsive e logiche deteriori di scambio da parte della cattiva politica”.

“Sono convinto – conclude – che sia il sindaco che la maggioranza dei consiglieri comunali vorrà condividere questa valutazione spostando di pochi mesi la discussione del nuovo Pug”.

Sul tema dei parcheggi, invece, interviene il consigliere comunale del gruppo Misto, Michele Giordano, con un’interpellanza indirizzata al sindaco Perrone. Nel testo, si sottolinea come positiva, vista la carenza di parcheggi, che l’amministrazione comunale abbia inserito nel Piano Triennale delle opere pubbliche 2017 – 2019, la previsione della realizzazione di un nuovo grande parcheggio interrato per auto e bus, al Foro Boario, alle porte della città, che potrebbe ospitare un migliaio di posti auto, per una spesa di 34 milioni di euro, ricavati con project financing.

“Mentre giustamente si pensa al futuro – si legge -, paradossalmente non si riesce a far decollare i grandi parcheggi ex Enel ed ex Caserma Massa”. In particolare, il parcheggio ex Enel, di 700 posti auto, a ridosso del centro storico seppur ultimato continua a rimanere chiuso, “poiché sembrano essersi arenate le trattative tra l’azienda proprietaria e l’amministrazione comunale”.

Per quanto riguarda l’area ex Massa, la realizzazione di un grande parcheggio interrato e  un centro direzionale con uffici e negozi in piazza Tito Schipa “sono praticamente fermi da anni”. Da qui, la richiesta sulle iniziative che l’amministrazione vuole intraprendere “per concludere positivamente e rapidamente con l’Azienda proprietaria le trattative per rendere fruibile il parcheggio ex Enel e per riavviare i lavori in piazza Tito Schipa”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.