Prelevamenti e spesa ma senza rispettare le norme di sicurezza, Polizia locale contesta quattro violazioni

0
89

Quattro le violazioni contestate in tutto dalla Polizia locale, impegnata nei consueti controlli.

In due casi i pedoni fermati adducevano quale motivazione ai rispettivi spostamenti l’uno il prelievo presso un bancomat in centro storico, nonostante provenisse da Sanarica, l’altro il prelievo presso lo sportello di un ufficio postale distante dalla propria abitazione, senza essere entrambi in grado di esibire la ricevuta dell’avvenuta operazione.

Le altre due sanzioni sono state comminate a due sorelle trovate in viale Marche, dirette insieme a fare la spesa, che non rispettavano la distanza minima di sicurezza.

Controlli anche negli spazi pubblici antistanti gli uffici postali, nell’ultima giornata dedicata al pagamento delle pensioni di aprile.

Medesima attività di monitoraggio è stata effettuata nei pressi di molti punti ATM, di sedi bancarie, di supermercati e discount dove si sono registrate le code più lunghe, ma tutte nel rispetto delle distanze di sicurezza.

In tutto sono state acquisite 112 autocertificazioni, attraverso il pattugliamento delle marine e i posti di controllo predisposti in via XXV Luglio, via Augusto Imperatore, viale Porta d’Europa, via Vecchia Carmiano, viale Leopardi e via Benedetto Croce, nonché nell’ambito dei rilievi di un sinistro stradale verificatosi in serata su viale Ugo Foscolo all’altezza dell’intersezione con via san Domenico Savio.

Prosegue anche la delicata attività di comunicazione di isolamento domiciliare con misura obbligatoria di quarantena a cittadini leccesi, da considerarsi “contatto stretto” di persona affetta da coronavirus o essi stessi risultati positivi, disposte dal Dipartimento di Prevenzione dell’Asl.

Le attività commerciali controllate sono state 114 senza rilievi di irregolarità.

Infine al numero 0832.230049, dedicato all’assistenza della popolazione, i volontari hanno ricevuto 144 chiamate, 83 per ritiro farmaci, di cui 35 dalla farmacia della cittadella della salute presso il Vecchio Fazzi, 18 di generi alimentari e 63 di informazioni. Le risposte dalla sede del COC di via Giurgola che ospita l’iniziativa benefica “Lecce Solidale”.

Un messaggio è stato recapitato anche sul numero 360.1055312, che riceve sms, whatsapp e telegram, dedicato alla comunità leccese di sordi e audiolesi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.