PERRONE SU CORTILI APERTI

0
278

Il mese di maggio, oramai, si contraddistingue qui a Lecce per le giornate di Cortili Aperti.

PAOLO PERRONE

 Salutiamo la ventunesima edizione di Cortili Aperti, che possiamo indubbiamente definire la manifestazione di punta per la Puglia intera. È grande la soddisfazione dell’amministrazione comunale per i passi compiuti in questi anni dall’Associazione Dimore Storiche Italiane e per i successi che essa ha raggiunto, seguìti da un interesse sempre crescente da parte del pubblico.

Il mese di maggio, oramai, si contraddistingue qui a Lecce per le giornate di Cortili Aperti, così come in altre città d’Italia viene dato spazio alla cultura in tutte le sue forme. Due giornate in cui i cortili e i giardini delle ville private di Lecce saranno aperti al pubblico, in tutta la loro bellezza e meraviglia. Ringrazio profondamente l’associazione Dimore Storiche italiane e, in particolare, la sezione pugliese e leccese, per due ragioni fondamentali. La prima: per la cura e gli investimenti economici che queste famiglie rivolgono, quotidianamente, alle proprie dimore, che sono sì le loro abitazioni, ma al contempo parte importante di un patrimonio della città che merita e necessita di un’attenzione perenne. La seconda, per rendere fruibile alla comunità questo prezioso patrimonio. I proprietari delle dimore aprono le porte delle proprie abitazioni e ci permettono di alzare gli occhi, all’interno dei loro cortili e giardini, per ammirare scorci bellissimi e inesplorati durante il resto dell’anno. Non mi resta che augurare alla mia comunità buona visita e, all’associazione, buon lavoro consapevole che Cortili Aperti è una ricchezza da coltivare negli anni, in omaggio alla bellezza e alla cultura della nostra terra.

Paolo Perrone.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.