Parterre d’eccezione sarà presente questa sera, a partire dalle ore 20.00, a Maruggio (Taranto) .

0
221

PUGLIA: LARICCHIA (M5S) OGGI A MARUGGIO CON SABINA GUZZANTI E DOMATTINA IN PIAZZA A BARI A SOSTEGNO DEGLI INSEGNANTI.

sabina-guzzanti-770x513

La candidata Presidente per i 5 Stelle, Antonella Laricchia, parteciperà alla proiezione del docufilm “La trattativa” nel comune tarantino mentre, domattina, sarà per le vie del capoluogo pugliese con gli insegnanti per protestare sulla riforma della scuola. Verrà proiettato il docufilmLa trattativa”. Assieme alla regista Sabina Guzzanti, ci saranno la candidata governatrice alle prossime regionali in Puglia per i 5 Stelle, Antonella Laricchia, e la senatrice Elisa Bulgarelli (M5S), componente della Commissione Antimafia. Il film della regista e attrice romana ripercorrerà i lati oscuri e gli episodi più rilevanti della vicenda nota come “trattativa Stato – Mafia”, a cavallo degli anni ’90. Il discusso film-documentario, dopo un iniziale mancato supporto da parte delle case di distribuzione cinematografica, sta oramai spopolando in tutte le sale d’Italia con il supporto dei cittadini interessati a diffondere al grande pubblico le rivelazioni della pellicola. Nella mattina di domani, martedì 5 maggio, la candidata governatrice Antonella Laricchia (M5S) parteciperà a Bari, invece, alla manifestazione promossa dai sindacati Cgil, Cisl, Uil, Gilda-Unams e Snals-Confsal indetto a livello nazionale contro la cosiddetta “Buona Scuola” del Governo Renzi. Il corteo, che vedrà tutti gli insegnanti con una fascia nera in segno di lutto, si muoverà alle 9.00 da piazza Castello: si tratta del primo sciopero generale da sette anni a questa parte, dalla riforma dell’allora ministro dell’Istruzione Gelmini all’attuale disegno di legge presentato in Parlamento dal Governo. “Agli insegnanti, a cui verrà inferta questa ulteriore ferita con la beffa di un nome paradossale, quasi orwelliano, come ‘la buona scuola’, va tutta la nostra solidarietà dichiara Antonella Laricchia (M5S)Attraverso proposte di legge, emendamenti e atti parlamentari, i deputati e senatori 5 Stelle hanno da tempo presentato un piano per risollevare il mondo della scuola italiana. Sette i punti in cui il piano è suddiviso: edilizia scolastica, reclutamento dei docenti, no alle classi pollaio, limitazione dei contributi volontari, aggiornamento dell’istruzione, salute degli studenti, lotta ai diplomifici e stop ai fondi statali per le scuole paritarie. Si trattaconclude Laricchia (M5S)di soluzioni concrete che esprimono una visione più duratura e strutturale rispetto alle decisioni governative. Il futuro del nostro Paese passa da un livello culturale e scolastico migliore che non può essere messo in secondo piano o, ancor peggio, soggiogato a logiche di mercato”.

 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.