ORDIGNO PRESSO IL NEGOZIO DI CORNICI

0
214

INDIVIDUATO DALLA POLIZIA DI STATO L’AUTORE

E’ stato individuato in un ventitreenne della provincia, ad un mese esatto dai fatti, l’autore dell’attentato avvenuto la sera del 23 gennaio scorso in danno del laboratorio di cornici ubicato in pieno centro cittadino, in questa via Bonaventura Mazzarella 33, che tanto clamore aveva destato. In particolare gli immediati e tempestivi riscontri posti in essere dagli investigatori subito dopo il fatto, coordinati dall’Autorità giudiziaria, avevano consentito di apprendere alcuni importanti elementi, sia in merito alla dinamica del fatto, sia in merito al numero degli autori.

La sera del 23 gennaio u.s. si era verificata una grossa esplosione che aveva interessato l’esterno dell’esercizio commerciale, danneggiando la saracinesca e la vetrata dello stesso. I solleciti e certosini approfondimenti investigativi posti in essere consentivano di ottenere importanti indizi su un gruppo di soggetti, sui quali, d’intesa con l’Autorità Giudiziaria, P.M. Dr.ssa Carmen RUGGERO, venivano avviati una serie di riscontri, anche in virtù degli esiti di alcuni dati tecnici in possesso agli investigatori.

L’analisi delle immagini di un sistema di videosorveglianza presente in zona, lo sviluppo dei dati telefonici sul traffico di cella, nonché le attività di riscontro operate sul territorio consentivano di ottenere alcune certezze investigative, secondo le quali, il gesto, compiuto da un solo soggetto, era certamente riconducibile a dissidi di natura privata intercorsi tra l’autore ed il proprietario del negozio e non certamente a moventi estorsivi.

Effettivamente l’autore del reato, negli uffici della Squadra Mobile, posto innanzi alle evidenze investigative accennate, vistosi ormai smascherato, rendeva ampia confessione circa la sua responsabilità nel gesto, addebitandolo a contrasti emersi in materia di viabilità con la vittima, con la quale non aveva nessun tipo di rapporto pregresso, così come preventivamente accertato dalle indagini.

L’autore del gesto, considerato il suo atteggiamento collaborativo, è stato denunciato in stato di libertà per il danneggiamento aggravato e per il possesso dell’ordigno.

GALLIPOLI: LA POLIZIA DI STATO ESEGUE UN’ORDINANZA DI CUSTODIA CAUTELARE IN CARCERE NELL’AMBITO DELL’OPERAZIONE “BAIA VERDE”

I poliziotti del Commissariato di P.S. di Gallipoli hanno dato esecuzione ad un Ordine di Carcerazione emesso a carico di un 43enne del posto, già noto alla Forze dell’Ordine, posto in regime di detenzione domiciliare.

La misura restrittiva è connessa all’operazione denominata “Baia Verde” che culminò nel 2014 con l’emissione di ordinanze di custodia cautelare in carcere nei confronti di 15 persone accusate a vario titolo di associazione mafiosa, spaccio di stupefacenti, estorsioni e truffa in danno di enti pubblici.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.