Oltre 20 kg di tonno sottolio di provenienza sconosciuta

0
64

Vasetti di tonno di provenienza sconosciuta in un ristorante di Porto Cesareo: scattano sequestro e doppia multa. La scoperta è stata effettuata dagli ispettori pesca dell’Ufficio Locale Marittimo di Torre Cesarea insieme con il personale del Nucleo Operativo dell’ASL di Copertino. Nel corso delle ispezioni lungo la filiera della pesca, i militari hanno rinvenuto e sequestrato presso un ristorante di Porto Cesareo, 51 vasetti di tonno sott’olio per un totale di circa 20 kg: il tonno era privo di documentazione in grado di attestarne la tracciabilità e ciò è costato al titolare dell’esercizio di ristorazione un verbale di 1.500 euro.
Le successive indagini di polizia amministrativa hanno ripercorso l’intera filiera della pesca fino ad arrivare al responsabile dell’illecita immissione in commercio del pescato, il titolare di una pescheria del posto: l’uomo non ha fornito alcuna documentazione relativa alla cattura ed al luogo di provenienza del lotto sequestrato e perciò nei suo confronti è scattata una sanzione amministrativa di 4mila euro.
I militari, insieme al personale specializzato dell’ASL, hanno prelevato dei campioni del prodotto ittico confezionato, al fine di verificare la corrispondenza tra la specie ittica dichiarata dal venditore (tonno alalunga) e quella effettiva che emergerà dalle analisi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here