Non riesce a risalire dopo un’immersione, muore in Messico sub salentino

0
346

Non riesce a risalire dopo un’immersione, muore in Messico sub salentino

Era in Messico ormai da sei anni come insegnante di italiano e provetto esperto di pesca subacquea. Eppure qualcosa è andato storto giovedì scorso per Marco Centonze, 43enne originario di Lequile. Il giovane salentino si era immerso come spesso gli capitava di fare nelle acque de La Blanquilla, nei pressi di  Playa Martí insieme ad alcuni amici. Sono stati loro a dare l’allarme, nel vano tentativo di salvare Marco dalla morte per asfissia. Dalle prime ricostruzioni sembrerebbe che il sub sia rimasto impigliato nelle reti della boa di segnalazione non riuscendo a risalire.

Il 34enne era sposato e aveva anche un figlio di 4 anni. Il corpo è ancora in Messico, su disposizione del pubblico ministero che ha aperto un’indagine per capire i motivi della morte.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.