No JuniorCally a Sanremo

0
185

La consigliera di Parità della Provincia di Lecce Filomena D’Antini

La consigliera di Parità della Provincia di Lecce Filomena D’Antini ha lanciato oggi un appello a tutti i sindaci, gli assessori e i consiglieri delegati alle Pari opportunità e alle Commissioni per le Pari opportunità dei Comuni del Salento, affinche sottoscrivano con lei una dichiarazione di contrarietà alla partecipazione a Sanremo del cantante JuniorCally.

Ecco il testo dell’appello:

“Per capire la crudeltà e la volgarità dei testi e del messaggio sociale di JuniorCally, scelto per partecipare a Sanremo, è sufficiente leggere la prosa delle sue canzoni e guardare qualche video clip.

«L’ho ammazzata, le ho strappato la borsa. C’ho rivestito la maschera». Su queste parole, il videoclip mostra il cantante muoversi di fronte ad una ragazza legata mani e piedi a una sedia e con un sacchetto sulla testa, mentre cerca di liberarsi.

Prendiamo anche ad esempio l’incipit di “Tutti con me”, una vera lirica ispirata all’amore libero che recita: “Mi metto sul c… la maschera/Vediamo se chiedi di toglierla, okay./ Poi te lo metto nel c… Mentre sei piegato a raccoglierla/ Sono un caso popolare/Sono  un caso da studiare”.

Come non ammirare, poi, la visione di Cally sui rapporti interfamiliari recitato in “Lo Zio” dove rappa: “Ma fai una cosa: dagli l’appuntamento, perché così lo ammazzo di botte io, ‘sto infame. No, zi’, tu devi stare tranquillo, non ti preoccupà dagli appuntamento: “Dove ci vediamo?” e basta, poi arrivo io e lo gonfio di botte”.

Pertanto, di fronte alla scelta di far partecipare il cantante JuniorCally al Festival di Sanremo 2020, si esprime piena contrarietà”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.