Museo di Castro

0
452

Turismetica realizza accessibilità e riproduzione Atena

Percorsi tattili e la riproduzione della statua di Atena: L’impegno di Turismetica per il museo “Antonio Lazzari” di Castro

Capraro - Capone - Napoli - D'Andria

Un percorso di fruizione tattile dei contenuti informativi del museo “Antonio Lazzari” di Castro, che dal 30 luglio ospita anche l’importante statua della dea Atena nella versione troiana, quella che individuerebbe l’approdo di Enea in Italia. Postazioni di lettura Braille in prossimità di ogni sezione permettono la comoda consultazione dei contenuti informativi per le persone non vedenti e delle informazioni che riguardano il pezzo forte della collezione, la statua di Atena Iliaca ritrovata dallo staff dal professore Francesco D’Andria. Per questa scultura di valenza storica, però, Turismetica ha voluto anche installare una piattaforma di esplorazione tattile con una riproduzione in stampa 3D che permetterà a tutti di apprezzarla.

La realizzazione della stampa in 3D è a cura dell’associazione “Città tra le mani”, partner del progetto “Castro Open Blind”, promosso da Turismetica e dalla Sovrintendenza dei Beni Culturali di Taranto di concerto con l’amministrazione comunale. Assieme al suo network – costituito dall’associazione “FabLab” di Lecce –  Città tra le mani ha prodotto quest’importante stampa a uso didattico, con il chiaro fine di rendere immediatamente fruibile al tatto il bene più importante della collezione museale della cittadina salentina. Si ringrazia inoltre per la relazione tecnica l’Isbam-Cnr di Lecce, istituto di nota fama nel campo della prevenzione e conservazione dei beni culturali.

Loredana Capone

All’inaugurazione dello scorso 30 luglio, il circuito Turismetica è stato felice di registrare parole di apprezzamento e di soddisfazione per aver aggiunto un valore alla fruizione del museo da parte del professor D’Andria e dell’assessora regionale allo Sviluppo economico, Loredana Capone.

I servizi per l’accessibilità del museo da parte del circuito Turismetica rappresentano un contributo prestigioso al turismo locale dopo gli importanti obiettivi raggiunti negli scorsi mesi, tra i quali va ricordata la piena fruibilità dell’importante testimonianza della cultura contadina e olearia salentina, il frantoio ipogeo di Felline.

«I temi della sostenibilità, del recupero dei beni territoriali e dell’accessibilità – dichiara il titolare di Turimestica, Alessandro Napoli –  sono l’obiettivo del circuito. In prospettiva di un autunno molto intenso su questi fronti, esprimo la mia soddisfazione per la riuscita degli interventi al museo di Castro, ringraziando l’Amministrazione e il sindaco Capraro in particolare per l’attenzione alle tematiche poste dall’agenzia».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.