MURI A COLORI

0
233

AL VIA IL CONCORSO DI IDEE PER LA REALIZZAZIONE DI MURALI A PALAZZO CODACCI-PISANELLI

Una “nuova vita” per la storica sede cittadina dell’Università del Salento: Palazzo Codacci-Pisanelli (piazza Angelo Rizzo, Lecce) rivive grazie alla creatività degli studenti con il concorso di idee “Muri a colori”. Circa cento i metri quadri a disposizione per la realizzazione di murali, che potranno essere eseguiti con qualunque tecnica artistica sul tema “vita da studenti”.

«Una felice idea dei nostri studenti che abbiamo voluto rilanciare», spiega il Rettore Vincenzo Zara, «aprendo questo concorso di idee per raccogliere bozzetti sui vissuti più significativi del percorso universitario, dalle quotidiane attività di studio alle prime esperienze di ricerca, dalle esperienze fuori dalle aule in città o oltre confine fino alle amicizie e ai progetti per il futuro».

«Un’attività di “riqualificazione” originale», aggiunge il Direttore generale Emanuele Fidora, «già sperimentata in questa sede negli anni scorsi, in forma estemporanea per la prima inaugurazione del Rettore Zara, e che ora vogliamo riproporre in forma più organizzata. Con il contributo degli studenti, vogliamo che Palazzo Codacci-Pisanelli divenga più colorato e vivace, grazie ad attività che rendono artistico il gesto di scrivere sui muri».

Mano quindi a matite, pennelli e spray. La “call” resterà aperta fino al 5 marzo: attraverso il portale di Ateneo, singoli studenti o gruppi di creativi (di cui almeno il 50% costituito da studenti regolarmente iscritti) potranno presentare bozzetti per uno o più dei quattro muri “selezionati”, tutti al piano rialzato di Palazzo Codacci-Pisanelli. Il “premio” sarà, appunto, la realizzazione dei murali.

Una commissione appositamente formata vaglierà i bozzetti e potrà scegliere quali far realizzare valutando l’aderenza al tema, originalità dell’opera proposta e i costi stimati. L’azienda So.ge.ap. srl, sponsor tecnico, fornirà i materiali e le attrezzature per la realizzazione: per questa ragione, i proponenti dovranno indicare nella domanda di partecipazione anche gli strumenti richiesti (colori e tipologia, quantità presunta, impalcature e/o scale o altro).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.