MERCATINO ARTI ED ETNIE

0
502

QUATTRO GIORNI DI FESTA AL MERCATINO DELLE ARTI E DELLE ETNIE

Dal 23 al 26 agosto sono in programma concerti, sfilate di moda, degustazioni di bevande e piatti tipici, spettacoli folkloristici, mostre fotografiche e seminari

In occasione delle festività di Sant’Oronzo sono in programma quattro giorni densi di appuntamenti al Mercatino delle arti e delle etnie di viale Aldo Moro a Lecce.

Si comincia domenica 23 agosto con il concerto di Rankin Lele e Papa Leu feat Ghetto Eden; durante la serata saranno allestiti degli stand per la somministrazione della birra artigianale prodotta nel Salento.

Lunedì 24 agosto è in programma la manifestazione “La moda nel Mondo”, sfilata di moda con gli  abiti tipici etnici pregiati provenienti da tutti i paesi del mondo presenti all’interno del mercato etnico. Si prevede anche il coinvolgimento degli atelier e delle scuole di moda salentine e la degustazione di tutte le birre artigianali salentine.

Martedì 25 agosto è in programma invece “La notte dei Ritmi Ancestrali”, degustazione di bevande e cocktail da tutto il mondo, con danze e musiche in contaminazione, dai ritmi tribali percussioni, pizzica, samba, odissi e kukipudi, isskista, ahlam, con l’esibizione di vari gruppi musicali e danzatrici professioniste provenienti da tutto il mondo, che si alterneranno per tutta la serata fino alla jam session finale; ci sarà la possibilità di degustare i piatti tipici provenienti da tutto il mondo e le birre artigianali salentine.

L’ultima serata si svolgerà mercoledì 26 agosto con “Note e Profumi D’ Oriente“, musica dal vivo con degustazioni tipiche, cerimonie tradizionali, spettacoli folkloristici, medicine naturali, concerti, danze, e arti marziali si alterneranno nelle numerose aree tematiche dedicate ai vari paesi in un continuo e avvincente susseguirsi di show, incontri, seminari ed esibizioni.

Durante tutte e tre le serate sarà presente una mostra fotografica permanente sui bambini della Tanzania, con proiezioni di filmati sull’attuale situazione economico finanziaria del paese.

“Come è noto – spiega Veronica Merico, amministratrice unica del consorzio “Il Mercatino Etnico” – Lecce è stata nominata capitale della Cultura Italiana, un riconoscimento che può dare una nuova immagine e un nuovo slancio alla nostra città, grazie anche la creazione di buone prassi per integrazione e degli scambi interculturali. In questo senso il mercatino Etnico può diventare il fiore all’occhiello di una città evoluta e multietnica, in grado anche di dotarsi di uno spazio di questo tipo, dove ciò che è ‘diverso’ dalla nostra cultura si fonde e contamina con l’essenza salentina stessa. Lo stesso spazio mercatale, se ben rilanciato, donerà nuova linfa vitale alla città, rendendo Lecce al passo con i tempi, senza dimenticare mai le sue origini, facendo da precursore in tutta la Puglia, in quanto un’area del genere non esiste in nessun’altra città pugliese”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.