Mano Amica Comitato di Tutela della Salute

0
291

Sono stati subito smistati i 751 migranti provenienti dalle coste africane, soccorsi dalla marina militare nelle acque del Canale di Sicilia e sbarcati questa mattina a Brindisi.

I profughi richiedenti protezione internazionale che troveranno ospitalità nelle strutture della provincia di Lecce sono 250.

Lo ha deciso la Prefettura di lecce che in una nota inviata agli enti interessati parla di strutture di “temporanea accoglienza”.

La Asl di Lecce è in prima linea nel soccorso, assieme alla Capitaneria di Porto, alle forze di Polizia ed al sistema della Protezione civile provinciale.

Nonostante il clima ferragostano e una buona parte del personale in ferie, i medici e i tecnici del Dipartimento di Prevenzione della Asl sono stati mobilitati con urgenza. A loro il compito di effettuare dei sopralluoghi nelle strutture indicate per l’accoglienza, al fine di  verificare l’ idoneità abitativa sotto l’aspetto igienico. Si tratta di una serie di visite ispettive sanitarie, concordate con gli uffici tecnici dei comuni nei quali insiste la struttura.

Questa la ripartizione operata dalla Prefettura, di concerto con i sindaci dei comuni interessati:

78 migranti saranno sistemati a Sogliano Cavour; 38 a Copertino (via Dante); 50 nel “Centro Don Tonino Bello” di Otranto; 44 presso l’Arci di Trepuzzi; 40 andranno a Racale (in via Gallipoli).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.