Manni Editori

0
85

SE TU FOSSI UNA BRAVA RAGAZZA


Il nuovo romanzo di Osvaldo Piliego (Manni Editori) sarà “interpretato” da Massimo Donno e Serena Spedicato al Fondo Verri di Lecce per la serata conclusiva della rassegna Bazar, banco degli autori e dei poeti.


Prosegue il tour di presentazione di “Se tu fossi una brava ragazza“, il nuovo romanzo di Osvaldo Piliego uscito per Manni EditoriDomenica 15 settembre (ore 19:30 – ingresso libero) il Fondo Verri di Lecce, per la serata conclusiva del “Bazar, banco degli autori e dei poeti“, ospiterà una presentazione “musicale“. L’autore sarà affiancato, infatti, dal cantautore Massimo Donno e dalla cantante Serena Spedicato che proporranno alcune delle oltre 50 canzoni presenti nel romanzo.

 

A una spanna da me, occhi negli occhi, sento la flessione del tuo petto, il battito accelerato, il respiro affannato dalla danza, la mia mano ti cinge il fianco, l’acqua straborda sui fornelli, il gatto sbadiglia, il sugo sta bruciando, è tutto perfetto. Marco ha quarant’anni, e ha deciso di prendere le distanze da tutto, dalla famiglia, dalle donne, dagli amici. Conduce una vita silenziosa, divisa tra la mania per i vinili dei cantautori italiani e il lavoro di ausiliario del traffico. L’unico legame con il mondo è il bar, quello del caffè la mattina, quello della birra la sera. E se nel primo incontra Lidia, timida, solare, dolce, nel secondo incappa in Aspra, che come un meteorite spazza via tutto, lo travolge con i suoi tormenti e la sua passione, lo restituisce alla vita – e gli toglie ogni centro. Ma in questo percorso di allontanamento da sé, di ricerca di un equilibrio nuovo, Marco scopre nuovi porti, e approda a una serenità che, alla fine, è quella più pura cui ha sempre teso.  Osvaldo Piliego è nato nel 1978, vive a Lecce. Operatore culturale, è tra i fondatori di CoolClub, agenzia di comunicazione e organizzazione di eventi. Per anni ha scritto di musica su varie testate. Ha pubblicato i romanzi Fino alla fine del giorno nel 2011 e La città verticale nel 2015, entrambi per Lupo Editore, e un racconto nell’antologia Inchiostro di Puglia (Caracò 2015).

Bazar, banco degli autori e dei poeti si inscrive nell’esperienza del banco letterario che lo scrittore e operatore culturale salentino Antonio Verri inaugurò con il Caffè Greco e con il Pensionante dè Saraceni negli anni Ottanta. Il banco letterario si proponeva come luogo ideale di scambio, di vendita e di discussione sulla scrittura, sui libri e sul fare autoriale e culturale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.